EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Baerbock a Kiev: Pieno sostegno per l'ingresso dell'Ucraina nell'Unione ma frena sull'invio di armi

Annalena Baerbock e Dmytro Kuleba
Annalena Baerbock e Dmytro Kuleba Diritti d'autore Efrem Lukatsky/AP
Diritti d'autore Efrem Lukatsky/AP
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

la ministra degli Esteri tedesca Annalena Baerbock ha visitato l'Ucraina per la quarta volta dall'inizio dell'invasione russa. Da Kiev ha promesso il sostegno tedesco per l'ingresso del Paese nell'Unione europea ma ha frenato sull'invio dei missili da crociera Taurus

PUBBLICITÀ

La ministra tedesca degli Esteri, AnnalenaBaerbock, è arrivata questa mattina a Kiev, per una visita a sorpresa. Si tratta della quarta volta in Ucraina per la politica tedesca dall'inizio della guerra. Al su arrivo, Baerbock ha detto che "l'Ucraina difende con enorme coraggio e determinazione anche la nostra libertà. E può conatere sul nostro sostegno per il suo cammino verso l'Unione Europea". 

Baerbock ha poi aggiunto che il Paese ha già fatto "progressi notevoli" per quanto riguarda la legislazione sui mezzi d'informazione e sulla riforma della Giustizia, ma occorre accelerare anche sulla lotta alla corruzione

Berlino frena sulle armi

Dal canto suo Kiev ha chiesto di accellerare sull'invio di armamenti, ma il governo tedesco è rimasto cauto, soprattutto per qunto riguarda la consegna dei missili da crociera Taurus.

"Siamo più che consapevoli della situazione", ha dichiarato Baerbock dopo un incontro con il suo omologo ucraino Dmytro Kuleba, "allo stesso tempo, non basta promettere" e, come per altre consegne di armi tedesche, prima "tutte le questioni devono essere chiarite". Il Cancelliere tedesco Olaf Scholz ha chiesto infattimodifiche ai missili per gantire che l'esercito ucraino non possa usarli per colpire il territorio russo.

La riconoscenza di Kiev

"Non capisco perché perdiamo tempo", la risposta di Kuleba. " che ha però ringraziato Berlino per gli armamenti già consegnati, elogiando in particolare l'efficacia dei corazzati antiaereo Gepard. 

Anche il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha ringraziato l'alleato tedesco su X: "Ringrazio il cancelliere Scholz, la sua squadra e tutti i tedeschi per aver sostenuto l'Ucraina, in particolare nei settori della difesa e della finanza".

Zelensky ha precisato di avere "discusso con Baerbock le misure per migliorare le nostre capacità di difesa aerea e di artiglieria, proteggere il sistema energetico e promuovere la ripresa dell'Ucraina".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Transizione verde e guerra in Ucraina: qual è il loro impatto sul popolo sami?

È spoglio dei voti nell'Ucraina occupata dai russi: risultati senza sorprese

Ucraina: ecco il numero degli invasori in Crimea