EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Nuovi guai per Hunter Biden, il patteggiamento è a rischio

Hunter Biden
Hunter Biden Diritti d'autore RYAN COLLERD/AFP
Diritti d'autore RYAN COLLERD/AFP
Di Ilaria Cicinelli
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Slitta il patteggiamento del figlio di Joe Biden, ora ha poche settimane per rinegoziare i termini dell'accordo se non vuole rischiare il carcere. L'accordo prevedeva due anni di libertà condizionale. I procuratori cercano di far luce sul suo giro di affari internazionale

PUBBLICITÀ

Salta inaspettatamente il patteggiamento del figlio del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, Hunter che, a sorpresa, si è dichiarato non colpevole per le due accuse di violazione fiscale e il possesso illegale di armi da fuoco davanti ai procuratori federali, mercoledì 26 luglio in un tribunale del Delaware. 

Il cambio di rotta è avvenuto dopo che il giudice federale, nominato sotto l'amministrazione di Donald Trump, Maryellen Noreika,ha sollevato dubbi sull'accordo originale, in base al quale Biden aveva accettato di dichiararsi colpevole dei tre capi d'accusa e lo ha di fatto sospeso. Sembrerebbe che Hunter Biden volesse avere la certezza che, grazie al patteggiamento, sarebbe stato al sicuro da altre indagini e ulteriori, eventuali accuse a suo carico. 

Secondo i termini stabiliti  in base all' accordo con i pubblici ministeri, Biden sarebbe statocondannato per due anni con la libertà condizionale per i due capi d'accusa di evasione fiscale, evitando così il carcere. Il figlio del presidente non avrebbe consegnato in tempo le sue dichiarazioni dei redditi sulle entrate milionarie del 2017 e del 2018. 

Ora ha poche settimane per rinegoziare l'accordo e trovare una soluzione ritenuta equa da tutte e due le parti potrebbe essere più difficile del previsto. Non è escluso il fallimento dei negoziati.
Senza patteggiamento Biden rischia fino a 12 mesi di carcere per ogni accusa fiscale e un massimo di 10 anni peraver posseduto una pistola nel 2018, illegale in quanto noto consumatore di droga.

L'accordo specificava anche che laterza accusa, quella di possesso illegale di armi da fuoco,sarebbe stata cancellatase avesse aderito a un programma di riabilitazione. Questo richiederebbe a Biden figlio di rimanere sobrio, dato che l' accusa di possesso illegale di armi arriva a causa di un lungo periodo in cui ha dichiarato di aver lottato contro la dipendenza da alcol, crack e altre droghe. Una condizione che non gli avrebbe consentito in teoria, di acquistare un'arma.

ANDREW CABALLERO-REYNOLDS/AFP or licensors
Joe e Hunter BidenANDREW CABALLERO-REYNOLDS/AFP or licensors

La vicenda potrebbe avere effetti negativi sulla campagna elettorale di Joe Biden per le elezioni del 2024

Il patteggiamento vorrebbe porre fine a un'indagine durata cinque anni, dal 2018, che i repubblicani hanno più volte cercato di usare per danneggiare politicamente il padre Joe.

Quando l'accordo è stato annunciato, il 20 giugno scorso, i repubblicani hanno accusato Il procuratore David Weiss, anch'egli nominato dall'ex presidente Trump, di aver concesso a Biden un trattamento di favore, per via dei suoi legami familiari. Ma i pubblici ministeri hanno raccomandato la libertà vigilata per le accuse fiscali dopo che Biden ha pagato le tasse e le sanzioni previste, secondo il suo avvocato.

Il repubblicano, rappresentante del Texas al Senato federale, Ted Crux, accusa: "sono contento che il patteggiamento di Hunter Biden sia saltato, questo accordo puzzava già dal primo giorno. Era fatto per coprire il coinvolgimento di Hunter e di Joe Biden nella corruzione

Dopo la notizia del mancato patteggiamento gli attacchi dei repubblicani hanno ripreso vigore e in molti sembrano più interessati a colpire direttamente Joe Biden attraverso lo scandalo sollevato da suo figlio. In queste ore stanno fioccando una marea di tweet, quasi tutti dal tono accusatorio.

L'addetta stampa della Casa Bianca, Karine Jean-Pierre, ha dichiarato mercoledì che Hunter Biden è "un cittadino privato. Si tratta di una questione personale. Il Presidente e la First Lady amano il loro figlio e lo sostengono mentre continua a ricostruire la sua vita", ha detto Jean-Pierre, che ha aggiunto: "Il caso è stato gestito in modo indipendente dal Dipartimento di Giustizia sotto la guida di un procuratore nominato dal Presidente Trump" per rimarcare come siano da escludere potenziali interferenze da parte della Casa Bianca.

Perché il patteggiamento è saltato? Le indagini potrebbero scavare più a fondo di quanto previsto

L' intesa è saltata dopo che Noreika ha chiesto perché l'accusa di possesso di armi da fuoco fosse inclusa in un caso di evasione fiscale. Inoltre ha affermato di voler chiarire se l'accordo di patteggiamento proteggesse o meno Biden dalle accuse che potrebbero arrivare in seguito a una più ampia indagine in corso sui suoi affari, secondo i media statunitensi.

Quando i procuratori e gli avvocati non sono riusciti a rispondere alle sue domande, Noreika ha detto di non poter accettare l'accordo e Biden ha dichiarato di non essere colpevole per chiudere la sessione.

Il procuratore David Weiss, anch'egli nominato dall'ex presidente Trump, ha confermato alla corte che il suo ufficio sta ancora esaminando altri possibili reati commessi da Biden. Weiss non ha fornito dettagli in merito ai presunti crimini, ma una questione menzionata in tribunale è stata la possibile violazione del Foreign Agents Registration Act, relativa alle ombre negli affari di Hunter in Cina, Ucraina e altri Paesi risalenti ai primi anni 2010, quando suo padre era vicepresidente.
Si indaga anche su un potenziale conflitto di interessi per chiarire se Hunter Biden abbia tratto consapevolmente vantaggio per i suoi affari sfruttando la posizione del padre Joe, quando era vicepresidente durante l'amministrazione Obama. In particolare al centro delle speculazioni vi sarebbe il controverso periodo in cui Hunter era consigliere in Ucraina dell'azienda cipriota Burisma- una holding nel settore della produzione e della vendita di gas naturale e petrolio - e il ruolo che all'epoca avrebbe realmente avuto l'attuale Presidente degli Usa.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Usa, nuove accuse contro Hunter Biden per reati fiscali: "Vita stravagante senza pagare le tasse"

L'amministrazione Biden fa causa al Texas: è illegale la barriera anti-migranti nel Rio Grande

Ancora proteste a Tel Aviv. Biden consiglia Netanyahu: "Blocca la riforma della giustizia"