ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Hacker russi colpiscono Burisma, la società ucraina al centro dell'impeachment

euronews_icons_loading
Hacker russi colpiscono Burisma, la società ucraina al centro dell'impeachment
Diritti d'autore  AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Hacker in azione nei server di Burisma, la compagnia energetica ucraina al centro dello scandalo internazionale che ha portato il presidente Donald Trump alla messa in stato di accusa.

L'allerta è arrivata da un'agenzia di sicurezza americana, Area 1 Security, specializzata nelle comunicazioni digitali, che ha segnalato un attacco a inizio novembre per sottrarre le credenziali dei dipendenti, introducendosi nelle loro caselle di posta.

Non è chiaro cosa cercassero e cosa abbiano ottenuto gli hacker. Ma Area 1, che ha diffuso una relazione di otto pagine, collega l'operazione ad hacker russi e all'operazione che ha messo nel mirino la campagna di Hillary Clinton nel 2016. E la tempistica è sospetta, perché in quelle settimane era in corso alla Camera americana l'istruttoria dell'impeachment nei confronti di Trump.

Gli hacker russi eseguono prima di tutto i compiti che gli vengono assegnati dai capi. Secondo la mia opinione personale, la leadership del servizio segreto della Federazione Russa (FSB) è legata a tutto ciò e sta dando gli ordini: la destabilizzazione della società ucraina
Mykola Tyshchenko
Partito "Servo del Popolo"

Quanto basta per far ipotizzare che gli intrusi fossero alla ricerca di materiale scottante sul figlio di Joe Biden, ex consigliere di amministrazione della compagnia. Trump è accusato di aver fatto pressioni al governo ucraino per aprire un'indagine nei suoi confronti. L'impeachment dovrebbe riprendere a giorni il suo iter in Senato.

Questo è solo un nuovo capitolo della serie di storie anti Russia. È improbabile che si basi su qualcosa di reale. Gli hacker russi non ne hanno bisogno. Tutti i problemi che sorgono durante la campagna elettorale di Joe Biden ora sono legati a Trump o a Mosca
Leonid Slutskiy
Deputato russo