EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Tempesta nei Balcani: piogge torrenziali e forti venti colpiscono la regione

Un albero caduto su un'auto
Un albero caduto su un'auto Diritti d'autore -/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore -/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Euronews Agenzie:  AP
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Da Blegrado alla Slovenia, passando per Zagabria, case danneggiate, alberti caduti e migliaia di persone rimaste senza elettricità

PUBBLICITÀ

Belgrado è una delle tante città dei Balcani ad essere stata colpita nelle scorse ore da potenti tempeste, dopo giorni di temperature elevate. Le raffiche di vento hanno fatto crollare le linee elettriche, lasciando interi quartieri senza elettricità e provocando la chiusura temporanea dell'aeroporto della capitale serba.

PIogge torrenziali in Croazia

In Croazia la tempesta ha improvvisamente oscurato il cielo, con piogge torrenziali, inondazioni e venti forti su Zagabria. I trasporti pubblici hanno subito importanti perturbazioni, ci sono state interruzioni di corrente e alberi caduti sulle strade della città. I servizi di emergenza di Zagabria, sommersi dalle richieste d'aiuto, chiedevano ai cittadini di essere pazienti e mantenere la calma. Due uomini sono deceduti per il crollo di un albero.

Evacuati campeggi in Slovenia

In Slovenia le autorità hanno dichiarato che decine di migliaia di persone sono rimaste senza corrente e diversi campeggi sono stati evacuati, a causa del forte vento. In tutta la regione le tempeste hanno lasciato dietro di sé il caos e provocato decine di feriti e danni importanti agli edifici.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Raffiche fino a 217 km/h in Svizzera: almeno una vittima per il maltempo

Violenta tempesta in Sudafrica, almeno undici morti: le immagini da Tongaat devastata dal disastro

Slovenia: il Parlamento riconosce lo Stato palestinese