EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

La terra soffoca, a Budapest la conferenza dell'Oms per la crisi climatica

Uomo si asciuga il sudore a causa del caldo eccessivo
Uomo si asciuga il sudore a causa del caldo eccessivo Diritti d'autore Andy Wong/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Andy Wong/Copyright 2023 The AP. All rights reserved
Di Ilaria Cicinelli
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'Oms si riunisce Budapest: gli esperti di tutto il mondo sono allarmati per la crisi climatica. L'aumento delle temperature provoca gravi danni alla salute umana. L'obiettivo è trovare una strategia comune per arginare i danni

PUBBLICITÀ

Il pianeta terra soffoca dopo i due giorni più caldi mai registrati al mondo, all'inizio di questa settimana:  17,01 gradi Celsius come media globale.
Questo è uno dei motivi per cui L'Organizzazione mondiale della sanità ha indetto a Budapest la settima Conferenza ministeriale su ambiente e salute. L'Oms ha invitato gli esperti a elaborare un piano di azione poiché le elevate temperature sono una minaccia per l'ecosistema e per la salute umana. 

Mentre già si riflette sulla crisi che il cambiamento climatico porta con sé, tra gli esperti di salute di tutto il mondo riecheggia un certo grado di ansia . Il personale medico in ogni nazione si trova ad affrontare un aumento di malattie e morti legati al calore.

Nel tweet sopra la sezione europea dell'Oms scrive: "Dal 5 al 7 luglio la regione europea dell'OMS si riunisce alla settima conferenza ministeriale di Budapest per trovare soluzioni per la triplice crisi ambientale, per la salute delle persone, per battere l'inquinamento, affrontare il cambiamento climatico e fermare la perdita di biodiversità."

Le parole del Direttore europeo

 il Dottor Hans Henri P. Kluge, Direttore regionale per l'Europa dell'Oms ha espresso la sua preoccupazione: "Dico sempre che la crisi climatica è una crisi sanitaria. Ora o deve rallentare o avrà il potenziale per ritardare 50 anni di progressi nella sanità pubblica." Ha affermato.

"Vorrei fare un esempio: due giorni fa, il mondo ha registrato la temperatura più calda di sempre. Voglio dire, nella nostra regione l'anno scorso, abbiamo visto l'estate più calda con più di 20.000 persone che sono morte invano."

L'Oms chiede ai 46 paesi europei e dell'Asia centrale, insieme ai ministri e agli esperti della conferenza, di elaborare un piano d'azione. I paesi devono agire, dice, per prevenire gli effetti peggiori del cambiamento climatico sulla nostra salute e garantire il funzionamento del sistema sanitario.

Nonostante i progressi compiuti negli ultimi 30 anni, oltre 1,4 milioni di decessi all'anno in Europa sono ancora attribuibili a fattori di rischio ambientale, primo fra tutti l'inquinamento atmosferico.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Alluvione a New York, un morto e 13mila case senza luce. Dichiarato lo stato di emergenza

Giugno da record: il più caldo di sempre

Malawi, i funerali di Stato del vicepresidente Chilima: il presidente chiede indagine indipendente