EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Mattarella in Romagna dopo l'alluvione: "Serve più prevenzione contro i cambiamenti climatici"

Mattarella sorvola le terre alluvionate della Romagna. (30.5.2023)
Mattarella sorvola le terre alluvionate della Romagna. (30.5.2023) Diritti d'autore Eurovision - RAI
Diritti d'autore Eurovision - RAI
Di Cristiano TassinariEuronews - Ansa
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha visitato alcuni dei luoghi più colpiti dall'alluvione in Romagna: Modigliana, Forlì, Cesena, Ravenna, Faenza e Lugo, incontrando amministratori locali, alunni delle scuole e cittadini. "La sua presenza ci incoraggia" era scritto su uno striscione

PUBBLICITÀ

La Romagna devastata dalle alluvioni ha accolto martedi la visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Il Capo dello stato, accompagnato dal presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini, ha visitato diverse località e città, tra le più colpite dagli eventi atmosferici di una decina di giorni fa: Modigliana, Forli, Cesena, Ravenna, Faenza e Lugo di Romagna, ovunque intrattenendosi con gli amministratori locali, con i cittadini e gli alunni delle scuole, che lo hanno salutato con grande affetto, spesso sulle parole della canzone "Romagna Mia".

Mattarella ha avuto un pensiero particolare per gli "angeli del fango": "Hanno lavorato con maestria e grande generosità". 

A Cesena, un gilet giallo utilizzato da chi presta soccorso, con la scritta 'Tin bota', l'incoraggiamento in dialetto romagnolo diventato lo slogan della resistenza dopo l'alluvione, è stato regalato al presidente dai volontari del centro di smistamento alla scuola ''Don Milani'' di Cesena. "La sua presenza ci incoraggia", hanno aggiunto.  

Ora serve più prevenzione, contro i cambiamenti climatici.
Vi sarà una costante e non momentanea attenzione da parte delle pubbliche istituzioni nazionali. E anche io parteciperò a questa attenzione piena e
costante affinchè, a fari spenti, a riflettori appannati dopo
l'emergenza, si continui con la medesima attenzione".
Sergio Mattarella
81 anni, Presidente della Repubblica Italiana

Mattarella ha anche sorvolato la zona colpita dalle alluvioni a bordo di un elicottero, osservando da vicino terreni agricoli distrutti, ponti crollati e fiumi che hanno rotto gli argini.

Un cesto di speranza

Un cesto con i prodotti dell'agricoltura romagnola salvati dall'alluvione, dall'insalata all'aglio, dai ravanelli ai carciofi, dai cetrioli agli asparagi è stato consegnato dagli agricoltori della Coldiretti in piazza Saffi, a Forlì, al presidente della Repubblica, che ha dimostrato di gradire assaggiando una fava 100% romagnola.
Un ringraziamento per la sensibilità mostrata dal presidente con la sua visita nei territori alluvionati, sottolinea la Coldiretti, ma anche un segno della voglia delle imprese di ripartire.

"Questo è un momento impegnativo, difficile. Ho visto tante ferite del territorio. So bene quanto, per quanto riguarda molte abitazioni, molte aziende, le strade, sia da riprendere con coraggio e decisione per rilanciare la vita comune".
Sergio Mattarella
81 anni, Presidente della Repubblica Italiana

"Bonaccini è la scelta naturale"

Sul Commissario per l'alluvione in Emilia-Romagna il centrodestra "sta facendo il gioco delle tre carte e questo non è rispettoso nei confronti dei cittadini".
Lo ha dichiarato il sindaco di Bologna, Matteo Lepore, che ha aggiunto: "Stefano Bonaccini è la scelta naturale".

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Emilia Romagna, l'Europa corre in aiuto delle zone alluvionate

Romagna: settore agricolo in ginocchio, la storia emblematica di chi teme di non farcela

Emilia Romagna: Cdm approva il "decreto maltempo", due miliardi per aiutare le zone alluvionate