Il gruppo Wagner accusa Mosca di ritirarsi da Bakhmut

Il gruppo Wagner punta il dito per la ritirata russa da Bakhmut
Il gruppo Wagner punta il dito per la ritirata russa da Bakhmut Diritti d'autore LIBKOS/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore LIBKOS/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il capo delle milizie Prigozhin lancia un appello dopo l'arretramento di 570 metri a Nord delle truppe russe. Ora i soldati ucraini "sono in una posizione di vantaggio"

PUBBLICITÀ

Circondare i soldati ucraini rimasti a Bakhmut è ora "impossibile". A sostenerlo è lo stesso Yevgeny Prigozhin, il capo dell'esercito di mercenari russi del gruppo Wagner che stanno combattendo da mesi contro l'esercito ucraino per la città nella quale si svolge la battaglia più logorante dall'inizio della guerra. 

La situazione è critica, secondo Prigozhin, "a causa della ritirata delle truppe aviotrasportate russe sui fianchi della città nell'Ucraina orientale", ha dichiarato sul social media Telegram. Secondo il magnate russo il nemico occupa "posizioni più vantaggiose".

"Sono certo che questa mossa strategica, sarà registrata in tutti i manuali militari come una ritirata determinata e vigorosa, la ritirata di Valeri Gerasimov", ha detto, riferendosi al capo dello Stato Maggiore russo, spesso criticato e insultato da Prigozhin.

Le unità regolari dell'esercito russo, secondo Il Guardian, si sono spostate di 570 metri più a Norddi Bakhmut, lasciando scoperti i fianchi dei suoi stessi combattenti. "Faccio appello ai vertici del ministero della Difesa pubblicamente perché le mie lettere non vengono lette", ha detto Prigozhin nel suo messaggio.

Un profilo vicino a uno dei gruppi di assalto della milizia privata ha scritto su Telegram che "le condizioni nei quartieri occidentali di Bakhmut sono molto difficili" e che "è molto pericoloso muoversi sotto il fuoco dell'artiglieria e dei mortai ucraini che non smettono di sparare" anche perché "la maggior parte delle case è completamente distrutta". 

Lapidario il commento di uno dei comandanti delle truppe d'assalto. "Sono costretto a riferire che le unità del Ministero della Difesa russo hanno perso una serie di altre posizioni a sud-ovest di Kleshcheyevka, cioè ai fianchi di Bakhmut, tuttavia, l'altura chiave in quell'area è ancora controllata dalle nostre truppe e la tengono saldamente", ha scritto su Telegram assicurando tuttavia la mancanza di significativi successi da parte delle truppe ucraine nelle ultime ore.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

In Russia, criminali e detenuti potranno essere arruolati

Guerra in Ucraina: colpite infrastrutture energetiche in Russia, almeno due morti a Belgorod

Ucraina, capo della Cia: "Subito aiuti a Kiev, potrebbe perdere la guerra entro la fine dell'anno"