EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Elezioni in Thailandia, trionfano le opposizioni

Il leader del partito tailandese Move Forward, Pita Limjaroenrat
Il leader del partito tailandese Move Forward, Pita Limjaroenrat Diritti d'autore AP Photo/Sakchai Lalit
Diritti d'autore AP Photo/Sakchai Lalit
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

I due principali partiti di opposizione in Thailandia hanno trionfato alle elezioni tenute domenica 14 maggio

PUBBLICITÀ

I due principali partiti di opposizione in Thailandia hanno ottenuto senza grandi difficoltà la maggioranza dei voti alle elezioni che si sono tenute domenica 14 maggio. Quando lo scrutinio è appena concluso, Move Forward e Puea Thai, hanno ottenuto all'incirca i due terzi delle preferenze. 

La fine dell'era di Prayuth Chan-ocha, al potere dal golpe del 2014

Il primo dei due partiti ha in particolare raccolto le preferenze dei giovani e degli elettori delle grandi città. Il trionfo di Move Forward rappresenta una chiara indicazione da parte della popolazione tailandese, dal momento che si tratta del movimento politico più radicale nella richiesta di limitare i poteri dei militari e avviare un processo di riforme.

Nella nazione asiatica si apre dunque la prospettiva di un cambiamento, dopo i nove anni di Prayuth Chan-ocha al potere, conquistato attraverso un colpo di Stato nel 2014. Alle elezioni, d'altra parte, il partito del leader in carica, il Pheu Thai, ha ottenuto un risultato particolarmente deludente. 

Move Forward propone una coalizione ampia in Thailandia

Guidato dal 42enne uomo d'affari Pita Limjaroenrat, il Move Forward ha fatto sapere che formerà un governo retto da una coalizione di sei partiti. A chi ha chiesto al probabile futuro capo del governo della Thailandia se fosse preoccupato dal rischio che i risultati elettorali possano essere dichiarati non validi, ha risposto di essere tranquillo e che tutte le parti devono rispettare la volontà popolare. "Penso che il popolo thailandese non permetterebbe che ciò accada".

Una sessione congiunta di entrambe le camere del Parlamento indicherà il nome dl nuovo primo ministro nel prossimo mese di luglio.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Thailandia: Pita Limjaroenrat vince ma non convince, bocciato in Parlamento

Secondo turno delle presidenziali turche, gli ultimi voti degli expat. Erdogan rimane il favorito

Turbolenza volo Londra-Singapore, un morto e decine di feriti: Boeing colpito da fenomeno noto come Cat