EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Thailandia: Pita Limjaroenrat vince ma non convince, bocciato in Parlamento

Pita Limjaroenrat, center, the leader of Move Forward Party and top winner in the May's general election, reacts after the vote counting at the Parliament in Bangkok.
Pita Limjaroenrat, center, the leader of Move Forward Party and top winner in the May's general election, reacts after the vote counting at the Parliament in Bangkok. Diritti d'autore Sakchai Lalit/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Diritti d'autore Sakchai Lalit/Copyright 2023 The AP. All rights reserved.
Di Redazione italiana
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Il riformista thailandese, vincitore elettorale, alla prima votazione non ottiene la fiducia parlamentare per diventare premier

PUBBLICITÀ

Vince ma evidentemente non convince, il riformista thailandese Pita Limjaroenrat.

Nonostante il successo elettorale, infatti, alla prima votazione non ha ottenuto la fiducia parlamentare per diventare primo ministro.

Deve affrontare una dura battaglia con la sua coalizione di otto partiti, che non raggiunge la maggioranza assoluta in entrambe le Camere, maggioranza necessaria per ottenere la carica di primo ministro.

I senatori sono rimasti fedeli all'Esercito, che ha respinto la sua candidatura in quanto troppo radicale, nonostante il rischio di ulteriori manifestazioni di massa.

La seconda economia più grande del sud-est asiatico, invischiata in un ciclo di crisi politiche, sta attraversando un periodo di instabilità, due mesi dopo le elezioni che hanno inflitto una schiacciante sconfitta ai generali, al potere dal colpo di Stato del 2014.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Thailandia, il "treno galleggiante" è uno dei viaggi ferroviari più panoramici al mondo

Elezioni in Thailandia, trionfano le opposizioni

Turchia, Thailandia, Emirati Arabi Uniti: le mete dei vacanzieri russi