EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Apre nel bolognese una casa rifugio per persone Lgbtqi+

Da settembre attivo lo spazio arcobaleno a San Lazzaro di Savena
Da settembre attivo lo spazio arcobaleno a San Lazzaro di Savena
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - BOLOGNA, 21 APR - Un tetto a San Lazzaro di Savena per le persone rifiutate per il proprio orientamento sessuale. A settembre apre nel centro alle porte di Bologna 'Casa Arcobaleno', un centro di accoglienza per le persone Lgbtqi+ allontanate da casa dai propri familiari. In Italia ci sono solo 7 strutture 'arcobaleno' per meno di un centinaio di posti in tutto il Paese. "Gli Enti locali devono fare la propria parte per promuovere politiche che sappiano rispondere ai bisogni di tutti ponendosi come luoghi sicuri, improntati sul rispetto delle differenze e liberi dal pregiudizio", ha detto la sindaca Isabella Conti. Nella maggior parte dei casi - sottolinea il Comune - si tratta di ragazzi e ragazze molto giovani, tra i 18 e i 26 anni, che si ritrovano da un momento all'altro senza un luogo in cui poter soggiornare e senza alcun supporto economico e affettivo. La prossima settimana verrà pubblicato l'avviso per l'assegnazione destinato ai soggetti del terzo settore che possano dimostrare professionalità ed esperienza nelle pratiche di inclusione. A settembre 'Casa Arcobaleno' entrerà in piena attività. "Sarà un rifugio, un punto di riferimento e un luogo sicuro per tutti coloro che proprio a causa delle discriminazioni sull'identità di genere si trovano senza un tetto", conclude la sindaca. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Genocidio di Srebrenica, sì dell'Assemblea Onu a una giornata commemorativa: sarà l'11 luglio

Le notizie del giorno | 23 maggio - Serale

Salis esce dal carcere: ai domiciliari in Ungheria in attesa di processo ed elezioni europee