Messico, 39 morti in un centro di detenzione per migranti

Le ambulanze intorno alla struttura devastata dalle fiamme
Le ambulanze intorno alla struttura devastata dalle fiamme Diritti d'autore AP/AP
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Non ancora chiarita la causa del rogo, il giornale della città ipotizza sia dolosa

PUBBLICITÀ

Prigionieri tra le fiamme, in 39, tutti uomini, sono morti a causa di un incendio divampato all'interno di un centro di detenzione per migranti a Nord del Mexico, vicino al confine con gli Stati Uniti. Le immagini mostrano  ambulanze, vigili del fuoco, furgoncini dell'obitorio intorno alla struttura a Ciudad de Juarez. Lì dove i messicani alla ricerca di una opportunità, che hanno chiesto asilo negli Stati Uniti, aspettano il processo per poter uscire. E invece hanno trovato la morte.

Il "Diario de Juarez", il giornale che ricostruisce la vicenda, in attesa di conferme ufficiali, sostiene si tratti della più grande tragedia avvenuta in un centro migratorio in città. Probabilmente dolosa l'origine del rogo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Paraguay: Santiago Peña eletto presidente

Lisbona, assalto con coltello nel centro Ismaili: almeno due morti

Sparatoria negli Stati Uniti, appello di Biden per vietare le armi di assalto