EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

A tre padri di ragazzi autistici il premio Marina Garbesi

Elio (Storie tese),Nicoletti e Pesce vincono sezione Giornalismo
Elio (Storie tese),Nicoletti e Pesce vincono sezione Giornalismo
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CAGLIARI, 28 MAR - Tre padri di ragazzi autistici, tre "Autism manager", tre professionisti della comunicazione che indicano la linea per un'informazione corretta, coerente e continuativa, sui temi dell'autismo e della disabilità. Sono il cantante Elio (Stefano Belisari), il giornalista Gianluca Nicoletti e il commentatore sportivo Mimmo Pesce (Domenico Pesacane). Vincitori per la sezione Giornalismo della prima edizione del Premio Marina Garbesi, istituito col sostegno del Comune di Imola da Ludovico Bellu, un giovane autistico che ha vissuto quasi tutta la sua vita a Cagliari prima del trasferimento definitivo a Roma, figlio della giornalista scomparsa il 4 aprile 2021, per promuovere un racconto corretto ed efficace della condizione dei più fragili. Leila Marzocchi invece si aggiudica il premio per la sezione Graphic Novel per il suo "L'ombra non è mai così lontana" (Oblomov), che "attraverso la riscoperta della propria storia familiare, accompagna i lettori nella storia generale e indica così un percorso per salvaguardare la memoria dei principi fondativi della nostra democrazia". I tre padri hanno avuto diverse conversazioni online partendo da una preoccupazione comune, quella per il futuro dei propri figli, che passa attraverso una comunicazione carente o sbagliata: dalla diffusione di luoghi comuni falsi e fuorvianti, alle enormi difficoltà che s'incontrano in attività banali, come un test per il Covid, la rimozione di una carie o un prelievo di sangue, passando per il bullismo. Si sono autodefiniti ironicamente "Autism manager" per dare l'impressione che la cura dei più fragili sia stata messa a sistema mentre è affidata al caso e ogni famiglia deve arrangiarsi, fare da sé, dicono nella loro conversazione online nel sito del premio Maria Garbesi. La scelta di assegnare il premio giornalistico agli 'Autism manager' "definisce la cornice entro cui oggi agiscono gli operatori dell'informazione e chiarisce che la strada da percorrere è ancora molto lunga e fitta di ostacoli", scrivono gli organizzatori. La consegna dei premi si terrà il 14 aprile dalle 17 al Teatro Comunale Ebe Stignani di Imola. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Iran, alle cerimonie funebri di Raisi rappresentanti da tutto il mondo: Khamenei incontra Haniyeh

Le notizie del giorno | 22 maggio - Pomeridiane

Usa, inaugurato il museo di Banksy a New York: la più grande collezione di murales dell'artista