Due detenuti maggiorenni evasi da istituto minorile beneventano

Uspp e Uil: "Da anni denunciamo carenze di quel circuito penale"
Uspp e Uil: "Da anni denunciamo carenze di quel circuito penale"
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - NAPOLI, 23 MAR - Due detenuti campani, entrambi 21enni, sono evasi alle prime luci dell'alba dal carcere minorile di Airola, nel Beneventano. Lo rendono noto l'Uspp e l'UIL P.A. PP. Secondo quanto si è appreso si tratta di due detenuti comuni, finiti in cella per reati contro il patrimonio. "Sono anni - ribadiscono Ciro Auriccio e Eugenio Ferrandino, segretari regionali, rispettivamente dell'Uspp e dell' UIL P.A. PP - che denunciamo le carenze e le criticità del sistema penale minorile. In particolar modo, nell'ultimo anno, abbiamo denunciato le carenze strutturali dell'istituto airolese per le quali è stata deliberata la completa ristrutturazione. Ancora una volta chiediamo che i detenuti maggiorenni scontino la pena non nel circuito non nel circuito penale minorile ma in quello ordinario per adulti". "Nelle more della ristrutturazione - aggiungono i due sindacalisti - abbiamo chiesto lo sfollamento dell'utenza detentiva e la chiusura totale dell'istituto prima del piano ferie estivo del personale: non è un caso che negli ultimi mesi si sono succeduti svariati eventi critici anche gravi". "Ribadiamo pertanto le nostre richieste, per scongiurare la reiterata cronaca di una morte annunciata", concludono Auricchio e Ferrandino. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni europee: Nicolas Schmit a Berlino con Katarina Barley

Elezioni europee, tutto quello che c'è da sapere per andare alle urne informati

Usa, l'ex vicepresidente Pence: "Io contro l'isolazionismo, dobbiamo sostenere gli alleati"