Comunali: Ancona, M5s candida Sparapani ma dialogo prosegue

Altri incontri per coalizione. Movimento,ambiente e condivisione
Altri incontri per coalizione. Movimento,ambiente e condivisione
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ANCONA, 23 MAR - Il Movimento 5 stelle candida a sindaco di Ancona Enrico Sparapani, 50 anni, ingegnere edile, nel M5s dal 2018, ma il dialogo con altre componenti (Altra idea di Città-Aic, Verdi e civici) proseguirà fino all'ultimo per un'eventuale coalizione. L'annuncio durante una presentazione alla quale hanno partecipato il candidato Sparapani, il coordinatore regionale Giorgio Fede, il coordinatore provinciale Sergio Romagnoli e la consigliera comunale Lorella Schiavoni. L'obiettivo di Sparapani è "andare al ballottaggio" a fronte dei due principali competitor: Ida Simonella, candidata con "Progetto Ancona" di centrosinistra e Daniele Silvetti che guida la coalizione di centrodestra. "Stiamo ancora provando a fare una coalizione, - fa sapere il candidato - oggi incontrerò Francesco Rubini (Aic, ndr)". I precedenti tentativi erano falliti ma il M5s prosegue nel dialogo per una coalizione e contestualmente propone la candidatura di Sparapani. Il movimento 'allontana' le acredini degli ultimi giorni con l'ex consigliera Daniela Diomedi: "nessuno è stato defenestrato, aveva già deciso di uscire. E il consigliere Andrea Vecchietti darà una mano per la campagna elettorale". Il Movimento ha illustrato le priorità: "Ambiente e salute" con proposte tra cui la stazione marittima in centro città, la metropolitana di superficie, l'elettrificazione delle banchine e l'Area marina protetta per il Conero; per Cultura e turismo creazione anche di musei virtuali. Per il Porto, spostamento del traffico commerciale dallo scalo storico alla Banchina Marche dedicata ai container; per Territorio e mobilità, un nuovo piano regolatore per valorizzare anche le frazioni; una Gestione più informatizzata per migliorare i servizi in città. Tra gli obiettivi dare Supporto alle attività commerciali favorendo dehors a basso costo; potenziare rapporto città-ateneo, rafforzare i Centri territoriali per la partecipazione dei cittadini; infine il "Progetto 2050" anche con l'obiettivo di eliminare il consumo di suolo rispetto al Prg vigente. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Venezia: parte il ticket da 5 euro, chi paga e chi no

Guerra in Ucraina: Kiev ha usato missili a lungo raggio Atacms degli Stati Uniti

Le notizie del giorno | 25 aprile - Mattino