Mons. Gaenswein, io leale con il Papa, spero si fidi di me

Con mio libro nessuna guerra, ho voluto solo dire la verità
Con mio libro nessuna guerra, ho voluto solo dire la verità
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 02 MAR - "Io spero che Papa Francesco si fidi di me, spero di non aver dato un motivo di non fidarsi più": lo dice mons. Georg Gaenswein, lo storico segretario di Ratzinger, alla trasmissione di Bruno Vespa 'Cinque Minuti' che andrà in onda questa sera su Rai Uno. Quanto al suo futuro Gaenswein dice: "Questo me lo dirà il Santo Padre tra pochi giorni". Alla domanda di Vespa se sia fedele a Bergoglio, Gaenswein ha risposto: "Fedele e leale: è il Papa della Chiesa cattolica e il successore di Pietro, come sono stato fedele a tutti i suoi predecessori". Il suo libro "Nient'altro che la verità" non aveva l'obiettivo di creare "guerre" nella Chiesa, dice ancora mons. Gaenswein. "L'unico mio obiettivo era mettere chiarezza anche in punti in cui vi erano molti problemi. Chiarezza è dire e dare la verità per tutti quelli che volevano saperlo. Niente guerre, niente fazioni, io volevo solo dare la mia testimonianza delle vere cose che sono successe". Quanto alla tempistica della pubblicazione del libro, avvenuta durante i giorni del commiato a Benedetto XVI, Gaenswein ha commentato: "Qualsiasi momento della pubblicazione sarebbe stato criticato da qualsiasi persona". Il resto, come voci di scisma, sono "invenzione dei giornalisti". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Russia: esonda il fiume Tobol, tremila evacuati

Giappone: scontro tra elicotteri militari, un morto e sette dispersi

Romania: a Pitești la festa dei tulipani