EventsEventiPodcast
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Scuola: al via da domani i test Invalsi per 500 mila maturandi

"E di solidarietà". Ministero sta studiando come aiutarlo
"E di solidarietà". Ministero sta studiando come aiutarlo
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 28 FEB - Al via, a partire da domani, i test Invalsi per i circa 500 mila maturandi che quest'anno saranno requisito di ammissione ma non incideranno sul voto. I PCTO, ovvero l'alternanza scuola lavoro invece, non saranno requisito di ammissione agli esami di maturità, ma potranno essere parte della prova orale. E' previsto infatti che nell'ambito del colloquio "il candidato esponga, mediante una breve relazione e/o un elaborato multimediale, l'esperienza di alternanza scuola-lavoro svolta nel percorso di studi". Unico strascico dell'emergenza sanitaria, la sospensione anche per quest'anno del monte orario minimo assegnato ai Pcto. Per le classi campione i test Invalsi si svolgeranno domani, mercoledì 1, giovedì 2, venerdì 3 e lunedì 6 marzo. La durata di ogni prova è di 2 ore e viene svolta al pc. In questa finestra la scuola sceglie tre giorni per svolgere le prove di Italiano, Matematica e Inglese (lettura e ascolto). Per le classi non campione, le prove di Italiano, Matematica e Inglese (lettura e ascolto) sono previste da domani, mercoledì 1 marzo a venerdì 31 marzo. La sessione suppletiva è fissata dal 22 maggio al 5 giugno. Seguiranno in aprile i test per gli studenti di terza media, il 3 il 5 e il 9 maggio quelli delle elementari e dall'11 maggio a fine mese quelli di seconda superiore. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Difesa: chi sarà il prossimo segretario generale della Nato

Le notizie del giorno | 30 maggio - Pomeridiane

Blinken in Moldova: Usa verso il sì all'Ucraina per attacchi in Russia con armi Nato