Papa: nessuno sia escluso o penalizzato dal servizio sanità

"Si superino barriere per condividere risultati delle ricerche"
"Si superino barriere per condividere risultati delle ricerche"
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CITTÀ DEL VATICANO, 13 FEB - Il Papa ribadisce l'appello per una sanità che non escluda o discrimini nessuno. Incontrando in Vaticano la Federazione Italiana Malattie Rare, Papa Francesco, nel discorso che ha loro consegnato, sottolinea: "La buona politica dipende anche dall'apporto delle associazioni, che, su questioni specifiche, hanno le conoscenze necessarie e l'attenzione verso persone che rischiano di essere trascurate. Ecco il punto decisivo: non si tratta di rivendicare favori per la propria categoria, non è questa la buona politica; ma si tratta di battersi perché nessuno - si legge nel discorso del Pontefice - sia escluso dal servizio sanitario, nessuno sia discriminato, nessuno penalizzato. E questo a partire da un'esperienza come la vostra che è fortemente a rischio di emarginazione". Il Papa ha anche fatto "un esempio: realtà come la vostra possono fare pressione perché si superino le barriere nazionali e commerciali per condividere i risultati delle ricerche scientifiche, così da poter raggiungere obiettivi che oggi appaiono molto distanti". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Medio Oriente: Pasdaran sequestrano nave "legata a Israele"

Terrorismo: la Danimarca proroga i controlli al confine con la Germania

Berlino, la gorilla Fatou compie 67 anni