Inchiesta tamponi rapidi, a processo Rigoli e ex Dg sanità

Decisione del Gup di Padova, prima udienza nel febbraio 2024
Decisione del Gup di Padova, prima udienza nel febbraio 2024
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PADOVA, 10 FEB - L'ex coordinatore delle microbiologie del Veneto, Roberto Rigoli, è stato rinviato a giudizio, accusato di falso in atto pubblico, al termine dell'inchiesta sull'acquisto dei tamponi rapidi anti-Covid, condotta dalla Procura di Padova. Assieme al microbiologo comparirà a giudizio anche l'ex dg di Azienda Zero, Patrizia Simionato, che aveva autorizzato, dopo le rassicurazioni di Rigoli, l'acquisto di due maxi-lotti di tamponi rapidi dell'azienda Abbott. La decisione è stata letta stamane in Tribunale dal gup Maria Luisa Materia, che ha accolto così la richiesta del pm. La prima udienza del processo è fissata al 22 febbraio 2024. Sul rinvio a giudizio Rigoli ha commentato: "Per paradosso non vedo l'ora che inizi il processo, perché, come ho chiesto ripetutamente anche nel corso delle indagini, potrò essere ulteriormente ascoltato e raccontare come sono andate le cose". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina: attacchi su Odessa e Kharkiv, Kiev sigla il trattato di sicurezza con Paesi Bassi

Meloni incontra Biden alla Casa Bianca: il punto sugli aiuti a Gaza, Chico Forti torna in Italia

Ue chiede indagine su strage di civili in fila per il pane a Gaza, Hamas: 7 ostaggi morti nei raid