Bottiglie incendiarie davanti negozi a Petrosino, indagini

Sindaco, vicenda incresciosa. Indagano polizia e carabinieri
Sindaco, vicenda incresciosa. Indagano polizia e carabinieri
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PALERMO, 28 GEN - Dodici bottiglie incendiarie sono state trovate davanti ad altrettanti esercizi commerciali a Petrosino, in provincia di Trapani. "E' una incresciosa vicenda ha toccato la nostra comunità - dice il sindaco Giacomo Anastasi - Non sappiamo ancora se si sia trattato di uno stupido scherzo di un gruppo di imbecilli o qualcosa di ancora più grave e organizzato. Abbiamo fiducia nelle forze dell'ordine che stanno già lavorando alacremente per fare luce sulla vicenda. Qualunque sia la matrice, l'atteggiamento della mia amministrazione, ma sono sicuro di tutta la comunità, sarà fermo e inflessibile". Il sindaco due giorni fa, assieme ad altri amministratori, aveva partecipato alla manifestazione antimafia a Campobello di Mazara, a pochi passi dal covo dove si nascondeva Matteo Messina denaro prima della cattura. "Quella incultura della sopraffazione e della violenza a cui facevo riferimento qualche giorno fa, in occasione della manifestazione antimafia a Campobello di Mazara, non avrà spazio nel nostro territorio e sarà combattuta a tutti i livelli - aggiunge il sindaco - Esprimo piena solidarietà ai miei concittadini che hanno trovato davanti alle loro saracinesche questo orrendo messaggio. Nel pomeriggio andrò ad incontrare i titolari nelle loro rispettive attività, per ribadire la mia vicinanza e quella dell'intera comunità". Indagano carabinieri e polizia. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Israele intercetta centinaia di droni e missili dell'Iran: danni in una base militare

Guerra in Ucraina: Berlino invia Patriot a Kiev, aumentano i bambini uccisi negli attacchi

Medio Oriente: Pasdaran sequestrano nave "legata a Israele"