EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Pres.Consiglio Fvg,sì appello Coldiretti, no a cibo sintetico

No a progetti multinazionali che attaccano cultura e tradizioni
No a progetti multinazionali che attaccano cultura e tradizioni
Diritti d'autore 
Di ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - UDINE, 18 GEN - Il presidente del Consiglio regionale Fvg, Piero Mauro Zanin, ha firmato oggi l'appello della Coldiretti contro il cibo sintetico, quello ad esempio della carne sintetica prodotta con bioreattori e stampanti 3D, senza bisogno di allevamento, mucche e pascoli, progetto di potenti società multinazionali. Un'idea che, se dovesse trovare sponda nelle istituzioni europee, rischierebbe di mettere in ginocchio l'agricoltura italiana con la sua tradizione. Coldiretti nella sua campagna a livello nazionale ha già raccolto 400mila firme. Zanin ha detto di appoggiare "totalmente questa battaglia" e ha portato la solidarietà dell'assemblea legislativa regionale. Giustamente fate suonare un campanello d'allarme, perché il silenzio e la mancanza di informazioni rischiano di alimentare questi progetti". Zanin ha parlato di "processi millenari come la produzione del cibo, selezionati e vagliati fino ad arrivare a scelte in grado di tutelare economia, salute e territorio, che oggi vengono dimenticati e bypassati da progetti opachi e non verificati sul campo". E comunque "dietro questi processi ci sono sempre le grandi multinazionali". Dunque, "dobbiamo stare nel solco della nostra tradizione. Anche dal punto di vista etico". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Elezioni in Francia, lo scenario di un governo di minoranza del Rassemblement National

Le notizie del giorno | 24 giugno - Serale

Aborto, le donne brasiliane scendono in strada contro proposta di legge "criminalizzante"