Per bambini ospedale Perugia befana arriva con Nocs

Polizia protagonista dell'iniziativa anche con gli elicotteri
Polizia protagonista dell'iniziativa anche con gli elicotteri
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PERUGIA, 06 GEN - E' arrivata in elicottero, calandosi dal tetto dell'ospedale di Perugia grazie anche ai Nocs della polizia e tirando in aria fumogeni che hanno trasformato il cielo in una nuvola rosa, la Befana speciale che ha fatto visita ai giovani ricoverati presso il reparto di Ematologia e Oncoematologia pediatrica dell'Azienda ospedaliera del capoluogo umbro. Una iniziativa voluta dal questore di Perugia, Giuseppe Bellassai, insieme al Comitato per la vita 'Daniele Chianelli' e con la collaborazione del presidente di Eurochocolate, Eugenio Guarducci. Un vero 'esercito' di befane arrivate dal cielo a portare doni ai piccoli pazienti grazie all'aiuto del personale del Nucleo operativo centrale di sicurezza e del primo Reparto volo della Polizia di Stato, che hanno regalato, non soltanto ai malati ma anche alla folla presente nel parcheggio esterno dell'ospedale, un suggestivo ed emozionante spettacolo. Le befane interpretate dagli agenti si sono calate dall'elicottero, hanno attraversato il cielo attraverso una teleferica issata tra l'ospedale e il Creo ed, infine, si sono calati dal tetto entrando dalle finestre nella medicheria del reparto di Oncoematologia pediatrica tra lo stupore e l'entusiasmo dei pazienti della struttura. Ad aprire l'iniziativa il questore, Giuseppe Bellassai, che ha salutato i numerosi rappresentanti delle Istituzioni presenti, tra le quali la presidente della Regione, Donatella Tesei e il sindaco di Perugia, Andrea Romizi. Un momento di gioia e di spensieratezza che la polizia di Perugia ha voluto regalare ai bambini perché "essere al servizio della comunità - ha detto il questore Bellassai - significa non solo garantire la sicurezza e la serenità dei cittadini ma anche conoscerne le esigenze ed essere disponibili a sostenere ed aiutare quanti hanno più bisogno". "Siamo felici di poter regalare un sorriso a chi vive in una condizione di fragilità - ha proseguito - e per questo motivo ho pensato di chiedere aiuto al personale dei nostri reparti speciali". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Georgia, legge sugli "agenti stranieri": arresti in piazza e scontri in Parlamento

Le notizie del giorno | 16 aprile - Serale

Commissione Ue: Pieper rinuncia, ombre su von der Leyen a pochi mesi dalle elezioni