Natale: l'arcivescovo di Napoli, 'adda passà 'a nuttata'

Battaglia, preghiera per vittime guerra, poveri e disoccupati
Battaglia, preghiera per vittime guerra, poveri e disoccupati
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - NAPOLI, 22 DIC - "Adda passà 'a nuttata": l'arcivescovo di Napoli, don Mimmo Battaglia, cita Eduardo De Filippo nella lettera di Natale diffusa oggi, per invitare i fedeli alla speranza. Quell'espressione è così abituale in città da far rischiare di dimenticare "che la notte più buia è anche quella in cui occorre restare più vigili, per scorgere i tanti segnali di luce che pure non mancano e da cui occorre ripartire per affrettare insieme l'aurora". Battaglia cita diversi esempi di "notte": quella dei disoccupati, di chi è costretto a lasciare la propria casa per cercare lavoro, delle famiglie in preda alla povertà, degli ammalati; e poi "le notti di guerra di tanti popoli, tra cui quello ucraino, notti cadenzate dal rumore assassino delle bombe, notti vissute senza la certezza di un nuovo giorno, notti di angoscia e di terrore. Penso alle notti di chi cerca un senso alla propria vita, a quelle di chi scruta il cielo afferrato dal desiderio di scoprire una stella capace di illuminare di significato l'esistenza e di orientare il cammino tra il caos di questo mondo". A tutti loro, scrive l'arcivescovo, "vorrei che tu, Notte santa, portassi una carezza di speranza, un fascio di luce, una melodia di amore e di vita". Nel Natale "vi è il segreto del riscatto, la forza pacifica e potente della lotta per la giustizia, le istruzioni più utili per costruire la pace". "Che il canto degli angeli accompagni le notti dei tanti bambini vittime della guerra e dell'ingiustizia, della malattia e dell'incuria, che la sua melodia arrivi al cuore dei potenti sciogliendone i grumi più duri, trasformando il nostro cuore di pietra in un cuore di carne", è la preghiera conclusiva di Battaglia. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ungheria: al via la campagna elettorale in vista delle europee e comunali del 9 giugno

Kosovo: referendum per rimuovere 4 sindaci di etnia albanese

Giornata della Terra 2024: la sfida del Pianeta contro l'inquinamento da plastica