Roma, ardua corsa alla pace. Macron va dal Papa

Access to the comments Commenti
Di euronews e ansa
Emmanuel Macron a Roma
Emmanuel Macron a Roma   -   Diritti d'autore  Alessandra Tarantino/Copyright 2022 The AP. All rights reserved

L'impervia corsa alla pace per ora non la vince nessuno ma intanto l'iniziativa della romana comunità di Sant'Egidio, con la presenza del presidente francese Emmanuel Macron (giunto a Roma anche per gli incontri istituzionali nel quadro del Trattato Italia-Francia del novembre 2021) punta a battere su una necessità assoluta per l'umanità intera. I margini di speranza sono da protocollo. Tuttavia spetta agli ucraini decidere quando la pace sarà possibile? "C'è una prospettiva di pace che ad un certo punto si concretizzerà. E ad un certo punto, a seconda di come si svilupperanno le cose e quando il popolo ucraino e i suoi leader avranno preso una decisione, alle proprie condizioni, la pace arriverà ad essere trovata con i nemici di oggi attorno a un tavolo e la comunità internazionale ci sarà ": ha spiegato il presidente francese Macron a Roma.

Le parole del presidente Mattarella

 "La minaccia che ci troviamo ad affrontare induce taluno a porre di fronte allo spettro di un ricorso all'arma nucleare. Sarebbe la perversa tentazione dell'escalation, della spirale di violenze che si alimentano di violenza. L'affermazione della logica dei più brutali e insensati rapporti di forza, che credevamo relegati a un oscuro passato. Dinanzi all'evocazione di scenari tanto terribili le nostre coscienze invocano la difesa di quel diritto alla pace che ci riunisce qui, oggi": ha detto il presidente Sergio Mattarella parlando all'Incontro Internazionale "Il grido della pace. Religioni e culture in dialogo". 

Macron dal Papa

Il Papa ha ricevuto lundì il presidente francese accompagnato dalla consorte, il confronto ha avuto come tema cardinle proprio la delicata e tragica congiuntura internazionale ...com'è noto Papa Francesco concluderà la conferenza "Il grido della pace" con un discorso martedì al Colosseo. Anche la potente diplomazia vaticana per ora non è riuscita a far tacere le armi, le implorazioni di Papa Francesco non hanno ancora avuto l'esito sperato.Durante la guerra iniziata con l'Ucraina otto mesi fa, il papa ha messo in guardia contro un accumulo di armi. Ma ha detto che l'Ucraina ha il diritto di difendersi.