EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Haiti invoca aiuto, ma sull'invio di un contingente l'Onu si spacca

nello Stato insulare dei Caraibi, disordini e violenze tra bande sono all'ordine del giorno
nello Stato insulare dei Caraibi, disordini e violenze tra bande sono all'ordine del giorno Diritti d'autore Odelyn Joseph/Copyright 2021 The AP. All rights reserved
Diritti d'autore Odelyn Joseph/Copyright 2021 The AP. All rights reserved
Di Euronews
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Lo stato caraibico è flagellato dalla violenza delle gang, dall'iperinflazione e da un epidemia di colera. Russia e Cina si oppongono all'invio di una forza di peacekeeping

PUBBLICITÀ

Haiti invoca aiuto ma le Nazioni Unite sono divise. Messico e Stati Uniti hanno proposto l'invio di una forza multinazionale nel paese, ma Russia e Cina hanno espresso riserve nonostante l'esplicita richiesta del ministro degli Esteri dello stato caraibico, Jean Victor Geneus

"Ho la delicata missione di portare al Consiglio di Sicurezza la richiesta di soccorso dell'intero popolo che sta soffrendo - ha detto Geneus ai suoi omologhi all'ONU - e di dire a voce alta e chiara che il popolo di Haiti non sta vivendo, sta sopravvivendo. E vi parlo a nome di quattro milioni di bambini che non possono più andare a scuola a causa della violenza delle bande".

Attanagliata dalle proteste quotidiane, dalla violenza delle gang e dall'inflazione che ha portato alle stelle generi alimentari e carburante, Haiti deve anche affrontare un'epidemia di colera.

Una situazione che richiede un "forte sostegno" internazionale, ha sottolineato Geneus, in modo da aiutare la polizia a contenere la crisi umanitaria, neutralizzare le bande, garantire la distribuzione del carburante e facilitare il ritorno alla normalità

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Haiti, la polizia ferma attacco di bande armate al Palazzo Nazionale

Violenza ad Haiti, il primo ministro Ariel Henry si dimette e resta a Porto Rico

Caos, criminalità e promesse, ecco cosa sta succedendo ad Haiti