Bielorussia: arrivano i soldati di Mosca per difendere il confine

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Soldati russi al confine tra Bielorussia e Ucraina
Soldati russi al confine tra Bielorussia e Ucraina   -   Diritti d'autore  BELARUSIAN DEFENCE MINISTRY VIA VOEN TV

I primi contingenti militari dell'esercito di Mosca sono già arrivati in Bielorussia per posizionarsi in prossimità del confine ucraino. È bastata meno di una settimana per dare seguito all'accordo che il presidente bielorusso Alexander Lukashenko ha concluso con il presidente russo Vladimir Putin per un'operazione che è finalizzata a contrastare la minaccia ucraina che Minsk paventa. Durante l'ultimo G7 informale convocato dalla Germania il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarando che il suo esercito non sta pianificando azioni militari contro la Bielorussia

I soldati che arrivano dicono di essersi spostati "per aiutare un popolo fratello, per rafforzare i suoi confini e per far sentire a tutti quanto i popoli dei due Paesi siano uniti".

Minsk ha dichiarato che saranno novemila le truppe del cosiddetto "raggruppamento regionale" che difenderanno i confini del Paese, senza però dare indicazioni sul loro collocamento. Oltre alle unità militari terresti ora il regime bielorusso potrà fare affidamento anche sulle forze aeree russe presenti sul proprio territorio. La apertura di un fronte settentrionale nel conflitto in Ucraina non è più una lontana ipotesi.

Ma non è ancora chiaro se Alexander Lukashenko assumerà un ruolo più diretto nel conflitto nel tentativo di supportare Mosca. Secondo gli analisti, se il piccolo (formato solo da 45 mila soldati) e inesperto esercito bielorusso venisse coinvolto, le truppe aggiuntive potrebbero aiutare Mosca a tagliare alcuni corridoi di trasporto chiave, ma probabilmente non aumenterebbero in modo significativo le capacità del presidente russo Vladimir Putin sul campo di battaglia.