Bielorussia, soldati di Kiev si addestrano al confine

Access to the comments Commenti
Di Debora Gandini
Soldati ucraini in addestramento al confine con la Bielorussia
Soldati ucraini in addestramento al confine con la Bielorussia   -  Diritti d'autore  Кадр из видео Минобороны Украины via AP

I soldati ucraini hanno condotto un addestramento nella zona operativa settentrionale vicino al confine con la Bielorussia per verificare la prontezza delle proprie unità.

Secondo quanto riferito da Serhiy Naev, comandante delle Forze congiunte che ha partecipato all’addestramento, esiste un pericolo in quanto la Bielorussia è alleata di nella guerra in Ucraina. “Ecco perché lo spettro delle minacce è reale e quindi noi ci dobbiamo difendere ", ha riferito. 

Secondo le informazioni ufficiali, l’addestramento militare comprendeva misure per contrastare il sabotaggio e la distruzione di formazioni armate illegali. Nella giornata di lunedì il Presidente bielorusso Alexander Lukashenko aveva dichiarato di aver concordato con Vladimir Putin la creazione di un “raggruppamento regionale di truppe” congiunto, senza tuttavia fornire dettagli su dove o quando tale raggruppamento potrebbe essere dispiegato.

Russia e Bielorussia avrebbero dunque già schierato delle truppe e i due paesi avrebbero iniziato a riunire le forze già da giorni, forse dopo l'esplosione sul ponte russo verso la Crimea.

Comando e milizia popolare

Il presidente bielorusso non ha fornito ulteriori dettagli sul posizionamento delle sue truppe, ma ha sottolineato come l'intenzione di un simile collocamento sia stata discussa sin da prima della guerra, a causa dei rinforzi della NATO e di quelle che percepisce come "minacce" provenienti da Polonia, Lituania e Lettonia. Il nuovo Comando Sud sarà formato da unità militari già esistenti, senza bisogno di nessun nuovo reclutamento.

La Bielorussia potrà contare a breve anche sulla "Milizia popolare", un battaglione territoriale che può aumentare rapidamente di dimensioni in caso di necessità, ha affermato il ministro della Difesa. "Potremmo dimostrare pacificamente che non bisogna curiosare nel territorio bielorusso", le parole del ministro.

Un coinvolgimento indiretto

La Bielorussia non è formalmente coinvolta nella guerra in Ucraina, ma nei primi giorni del conflitto ha permesso all'esercito russo di transitare dal suo territorio per attaccare Kiev e attualmente fornisce strutture mediche per i soldati russi feriti, così come per il trasporto di truppe di Mosca e rifornimenti logistici.

Secondo le accuse degli ucraini, Minsk concederebbe alla Russia anche basi di lancio per missili tattici del tipo "Iskander" e probabilmente invia unità di sabotatori oltre il confine. Accuse rispedite al mittente e anzi ribaltate sugli ucraini, ritenuti responsabili da Minsk di sabotare il confine e le linee di comunicazione e di trasporto.

Finora, comunque, il governo di Lukashenko ha evitato un coinvolgimento diretto e anzi in un'intervista rilasciata all'Associated Press a inizio maggio, il presidente ha ammesso che non si aspettava un conflitto tanto lungo. Ora l'impegno bellico bielorusso potrebbe aumentare, con una mossa programmata forse per disorientare le difese ucraine e facilitare così il compito agli invasori.