EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Himars in Lettonia, i paesi baltici si preparano

Image
Image Diritti d'autore Roman Koksarov/The Associated Press. All rights reserved
Diritti d'autore Roman Koksarov/The Associated Press. All rights reserved
Di Alberto De Filippis
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Anche la Lettonia prova gli himars, i missili che dovrebbero rappresentare una forza ddi deterrenza in caso di minaccia russa

PUBBLICITÀ

Nuove esercitazioni in un altro stato baltico. Stavoilta è la Lettonia che testa gli himars. Si tratta di sistemi di lancio multipli di razzi (Mlrs), unità mobili che possono lanciare simultaneamente più missili di precisione a guida Gps. Dopo le esercitazioni i veicoli che trasportano gli himars torneranno in Germania da dove provenivano. 

Così Leonids Kalnins, comandante delle forze armate nazionali: "Per noi, serve ad aumentare la fiducia che i nostri alleati possano arrivare qui rapidamente se necessario ed è una risposta agli scettici che dubitano di quanto presto potremo vedere i nostri alleati qui. Sono poche ore".

Strani incontri sulle strade dei paesi baltici

Dice John Carwile, ambasciatore degli Stati Uniti in Lettonia: "È anche un'altra opportunità per dire ancora una volta quanto sia importante l'articolo 5 della NATO in cui un attacco a un membro della NATO è un attacco di tutti i membri della NATO. L'alleanza occidentale deve rimanere unita per far finire questa guerra in Ucraina".

I tre stat baltici, lettoni lutuania ed estonia puntano all'acquisto, che dev'essere autorizzato dalla casa bianca, di sistemi di lancio himars. Tallinn dovrebbe ricevrne 6 entro il 2025 assieme a missili con gittata di 300 km.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Lettonia: vittoria dei centristi

Lettonia: alle urne oltre 1,5 milioni di elettori, favorito il premier uscente

Ucraina, riunione a Riga dei membri Nato dell'Est Europa: assenti Slovacchia e Ungheria