Ragazzo travolto: scuse della soldatessa, sono distrutta

Per il resto si è avvalsa della facoltà di non rispondere
Per il resto si è avvalsa della facoltà di non rispondere
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PORDENONE, 23 AGO - "Sono distrutta dal dispiacere, mi scuso con tutti per il dolore che ho causato". Lo ha detto Julia Bravo, la soldatessa statunitense di 20 anni, che ha travolto e ucciso il quindicenne di Pordenone mettendosi alla guida ubriaca, nel corso dell'udienza di convalida dell'arresto che si è svolta stamani. La giovane aviere Usa, che per il resto si è avvalsa della facoltà di non rispondere, ha chiesto di poter rilasciare dichiarazioni spontanee soltanto per porgere le scuse ai genitori e al fratello della vittima. Al termine dell'udienza il Gip del locale Tribunale si è riservato la decisione. L'ordinanza è attesa già nel pomeriggio. L'avvocato difensore della giovane, Aldo Masserut, non ha formulato alcuna richiesta di misura alternativa rimettendosi alla decisione del Gip. "E' confusa e frastornata", ha fatto sapere il legale. La donna è agli arresti domiciliari all'interno della Base Usaf di Aviano. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Russia, corpo di Alexei Navalny consegnato alla madre

Houthi colpiscono una nave: enorme chiazza di petrolio nel Mar Rosso

Due anni dall'inizio della guerra in Ucraina: il racconto di Euronews da Kiev