This content is not available in your region

Parco: cambiano regole edilizie per Portofino e Paraggi

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Ente gestione dà ok a varianti per "semplificare procedure"
Ente gestione dà ok a varianti per "semplificare procedure"

(ANSA) – PORTOFINO, 23 LUG – Cambia il Piano del Parco
naturale regionale di Portofino e l’Ente di gestione dell’area
protetta dà via libera a un nuovo regolamento per il patrimonio
edilizio che riguarda soprattutto il Comune di Portofino. “La
variante al Piano si pone come mediazione tra gli interessi di
tutela dell’area di riserva integrale ed orientata, per la
salvaguardia assoluta dei valori ambientali e naturalistici, di
conservazione del paesaggio agricolo e delle ville e di
potenzialità di espansione delle aree di sviluppo, in un
contesto di turismo sostenibile – spiega il documento dell’Ente
Parco di Portofino che ha portato alle nuove delibere -. Non
sono previste modifiche agli ambiti di tutela assoluta, riserva
integrale ed orientata o di protezione (conservazione), ma si
interviene esclusivamente nell’area di promozione economica e
sociale (area di sviluppo). La peculiarità del sito può porsi
come motore di sviluppo e volano dell’economia del territorio
ligure nel suo complesso. Si è cercato di raccogliere le istanze
dei portatori di interesse, accogliendo i suggerimenti anche per
una semplificazione”. L’Ente Parco sottolinea che il territorio del Comune di
Portofino è incluso interamente nell’area del parco, a
differenza dei Comuni di Camogli e Santa Margherita, “ove i
capoluoghi, godono di autonomia nella disciplina urbanistico
edilizia”. La normativa concedeva all’ambito D1 Portofino la
validità degli strumenti urbanistici attuativi già approvati, ad
esclusione di limitati ambiti, “ove i rimandi normativi al Piano
del Parco e al PRG creano confusione interpretativa”. La variante estende ora “all’intero ambito D1 Portofino la
validità della disciplina urbanistica comunale coerentemente con
la pianificazione sovraordinata a livello territoriale”. Le
varianti sono comunque soggette a preventivo parere dell’Ente
Parco. L’area di Sviluppo D1 Paraggi (Comune di Portofino) viene
differenziata dall’Area D1 Paraggi-Santa Margherita, “demandando
alla strumentazione urbanistica comunale di Portofino la
pianificazione, nell’ottica della predisposizione del piano di
interscambio per la mobilità e possibile pedonalizzazione della
viabilità costiera”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.