This content is not available in your region

Le bombe russe travolgono Mykolaiv. E gli USA denunciano: "In arrivo droni iraniani"

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Edificio distrutto a Kharkiv
Edificio distrutto a Kharkiv   -   Diritti d'autore  Evgeniy Maloletka/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

Il bilancio di sangue si aggrava, la regione di Donetsk si spopola e l'agonia continua nell'Est dell'Ucraina, dove Mosca avanza con piccoli progressi. Il copione della guerra in Ucraina recita una storia in corso da mesi, ma apre nuovi scenari nel Sud del Paese, dove a Mykolaiv i bombardamenti si sono fatti sentire in tutti i quartieri.

Sempre a Sud è presentato il giallo del bombardamento della città di Nova Khakova. L'agenzia di stampa russa Tass riferisce invece di "decine di vittime" in seguito a un attacco delle forze armate ucraine sulla città del fiume Dnepr, nella regione di Kherson, da settimane sotto il controllo degli occupanti. Kiev ha replicato dicendo di aver puntato a un deposito di munizioni, ma mancano indagini indipendenti sulla questione. 

Missili su un immobile. Kiev denuncia più di 30 morti

I numeri più pesanti provengono dalla città orientale di Chasiv Yar. Già più di 30 fra cui un bambino, secondo le autorità ucraine, sono le vittime di un bombardamento russo su un edificio di cinque piani. Almeno una decina i feriti estratti dalle macerie. Ma gli attacchi sulle regioni orientali del Paese proseguono in diverse città della porzione di Ucraina compresa tra Kharkiv e Kherson. 

Secondo il Cremlino "Washington e i suoi alleati stanno pericolosamente barcollando sull'orlo di uno scontro militare aperto con il nostro Paese, cioè di un conflitto armato diretto tra potenze nucleari". 

La Russia avanza, ma non troppo. Il punto dei servizi britannici

Appare tuttavia minimo, in apparenza, l'avanzamento delle truppe russe nell'Est. Nel loro periodico aggiornamento sulle posizioni al fronte, i servizi britannici parlano di "progressi molto limitati" successivi alla conquista della città di Hryhorivka.

Il tweet con cui il Ministero della difesa britannica ha aggiornato sull'evoluzione delle posizioni sul campo

In fuga dalla regione di Donetsk. Il governatore: "Via l'80% della popolazione"

L'intensificarsi delle operazioni militari ha però intanto portato a un quasi totale spopolamento della regione di Donetsk. "L'80% dei residenti se ne sono andati o sono state evacuati - ha detto il governatore Pavlo Kyrylenko, governatore dell'Oblast di Donetsk. Dell'oltre 1,6 milioni di persone che abitavano la regione prima della guerra, ne restano oggi appena 340.000". 

Voci dagli USA: "Presto droni iraniani a Mosca"

Dagli Stati Uniti, intanto, l'ipotesi che Mosca riceverà a breve un importante sostegno militare da Teheran. A sostenerlo è stato il consigliere per la sicurezza interna della Casa Bianca, Jake Sullivan. "Il governo iraniano si sta preparando a fornire alla Russia diverse centinaia di droni di combattimento", ha detto, mostrando la prova delle difficoltà russe a proseguire nello sforzo bellico. Secondo Sullivan la Russia importerà capacità militari in uso in Yemen da Teheran in funzione anti-saudita. Sarebbe uno dei tanti aspetti che Iran e Russia formalizzerebbero durante la visita del presidente Vladimir Putin nella Repubblica islamica che inizierà martedì 19 luglio.