EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Curcio, non escluso razionamento diurno dell'acqua

In alcune zone. Allarme incendi, 6 volte di più del 2020
In alcune zone. Allarme incendi, 6 volte di più del 2020
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - ROMA, 27 GIU - In Italia l'acqua potrebbe essere razionata anche di giorno in alcune parti della Penisola e ci potrebbero volere "un paio di settimane" per la dichiarazione dello stato di emergenza legato alla siccità . Lo ha detto il capo della Protezione civile Fabrizio Curcio . "In alcune zone del Paese non è sicuramente escluso il fatto che il razionamento dell'acqua porti a una chiusura temporanea anche nelle ore diurne" ha affermato Curcio . "Siamo al 40-50% di quantità di acqua piovuta in meno rispetto alle medie degli ultimi anni e fino al 70 per cento di neve in meno". E il Po ha una portata "sino all'80 per cento in meno" sempre con riferimento alle medie, ha detto ancora il responsabile della Protezione civile, che ha anche lanciato l'allarme per la situazione degli incendi:quest'anno , ha riferito, sono più del doppio dell'anno scorso e oltre 6 volte di più del 2020, "siamo molto preoccupati" (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Polonia: maxi finanziamento per rafforzare il confine con Bielorussia e Russia

Maltempo: in Francia e Belgio case allagate e auto sommerse

Guerra a Gaza: scontro tra Gantz e Netanyahu, morti oltre 80 palestinesi e due soldati israeliani