This content is not available in your region

Per Cri 'centrale di risposta' e numero di pubblica utilità 1520

Access to the comments Commenti
Di ANSA
Rocca, vogliamo rispondere alle crisi quotidiane e individuali
Rocca, vogliamo rispondere alle crisi quotidiane e individuali

(ANSA) – ROMA, 06 MAG – Un nuovo numero di pubblica utilità
il 1520 e una nuova sede tecnologicamente più avanzata per la
‘centrale di risposta nazionale”, caratterizzata dal rosso e dal
bianco, i colori sociali, e dotata di 70 postazioni per gli
operatori, attualmente ne sono attive 40, che si occuperanno per
sette giorni su sette, h 24, delle richieste socio-assistenziali
e mediche. La Croce Rossa Italiana si rinnova ed oggi – alla
vigilia della sua giornata mondiale che viene celebrata l’ 8
maggio dai 14 milioni di volontari in 192 paesi – ha tagliato
il nastro della sua nuova ‘cabina di regia” a Roma, in via
Ramazzini 31, alla presenza del presidente Francesco Rocca, del
sottosegretario alla Difesa Giorgio Mulè, del sottosegretario
alla Salute Pierpaolo Sileri e del capo dipartimento della
Protezione Civile Fabrizio Curcio. La nuova ‘centrale di risposta nazionale’ è anche dotata di
desk dedicati all’assistenza psicologica e alle persone sorde.
E’ inoltre in corso una sperimentazione di telemedicina da parte
di 20 operatori grazie ad un supporto indossabile che consentirà
di monitorare i parametri biometrici delle persone piu’ fragili. “La centrale di risposta nazionale – ha spiegato Rocca – è un
avanzamento tecnologico poichè sono servizi che noi già davamo
ma verranno svolti in una maniera più coordinata. E’ anche
l’occasione per annunciare il numero 1520 che è il numero di
pubblica utilità, prima avevamo un numero 800, adesso abbiamo un
numero a 4 cifre a cui i cittadini si possono rivolgere per le
loro necessità sociali e socio-sanitarie e per dare una risposta
alle solitudini. Non entriamo in competizioni con altre realtà,
la nostra è una possibilità ulteriore che viene offerta alla
comunità. Da ultimo la telemedicina un altro aspetto su cui noi
vogliamo investire e crescere grazie alla capillarità che la
Croce Rossa ha sul territorio” Rocca ha sottolineato che l’obiettivo è di rafforzare “il
rapporto con le comunità rispetto alle crisi quotidiane,
pensiamo sempre ai terremoti in realtà ci sono tantissime crisi
individuali a cui vogliamo dare risposte cercando di non
lasciare indietro nessuno”. (ANSA).

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.