Ucraina: riparte missione sarda al confine con la Polonia

Furgoni con medicinali salvavita. Profughi Kharchiv verso Medyka
Furgoni con medicinali salvavita. Profughi Kharchiv verso Medyka
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CAGLIARI, 11 MAR - Riprende la strada verso il confine tra Ucraina a Polonia la missione umanitaria della Rete Anas sanità Sardegna che la scorsa settimana è rientrata nell'Isola con decine di profughi, soprattutto donne e bambini, dopo un viaggio di quattro giorni attraverso Austria e Slovenia. Tre furgoncini si muoveranno dal centro di coordinamento del dopolavoro ferroviario di Cagliari per raggiungere Olbia e imbarcarsi poi per Livorno, dove proseguiranno via terra. A bordo, coordinati dal vice presidente della Rete, Pier Paolo Pintus, i volontari con un carico di medicine salvavita - utili per patologie croniche e di guerra - raccolti a Cagliari, Sassari, Alà dei Sardi, Ossi, Padru, Chiaramonti e Nuoro. "Speriamo di tornare con una ventina di profughi, tra cui alcune mamme con bambini che, con mezzi di fortuna, stanno cercando di fuggire da Kharkiv sotto le bombe per raggiungere Medyka, dove alla frontiera con la Polonia ci sono già 300 mila persone - dice all'ANSA il presidente regionale della Rete associativa Claudio Cugusi - Ci tengo a ringraziare anche il commissario straordinario della Provincia di Sassari Pietro Fois che insieme al prefetto sta verificando la possibilità di aprire un centro di coordinamento in una scuola in disuso per la raccolta di medicine nel nord Sardegna". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La madre di Navalny denuncia le autorità russe: "Datemi la salma di mio figlio"

Londra, nuove banconote con l'immagine di re Carlo

Udienza per l'estradizione di Assange, gli Usa: Ha messo in pericolo vite innocenti