Caro carburante: camionisti sardi, 24 ore per evitare stop

Domani riunione a Tramatza per ultima decisione su sciopero
Domani riunione a Tramatza per ultima decisione su sciopero
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - CAGLIARI, 11 MAR - Autotrasportatori sardi in attesa dei risultati dell'incontro della Conferenza Stato-Regioni per valutare un eventuale passo indietro per lo sciopero di lunedì prossimo con il paventato blocco delle consegne di merci, soprattutto alimentari e carburanti, che ha scatenato una psicosi collettiva con l'assalto a market e stazioni di servizio. Saranno gli stessi lavoratori a stabilire domani in un incontro a Tramatza se le proposte arrivate nella riunione di oggi siano da prendere in considerazione in vista di un eventuale stop alla protesta. "Noi - spiega all'ANSA uno dei referenti del movimento spontaneo di autotrasportatori - abbiamo già chiesto le autorizzazione per la mobilitazione di lunedì. Ma rimaniamo in attesa di sviluppi: chiaramente ci aspettiamo fatti e non parole". Per recedere dallo sciopero dalla Conferenza dovrebbero arrivare delle solide garanzie: "Dal taglio delle accise - spiega Melis - a un prezzo calmierato del gasolio che ci riporti alla media dei costi degli ultimi tre quattro anni. Con la situazione attuale è impossibile andare avanti: per noi, ma anche per le eventuali ripercussioni che alla fine coinvolgerebbero tutti". La mobilitazione prevede la presenza dei mezzi pesanti davanti a porti e nelle zone industriali. Non si tratta di blocchi, precisano gli autotrasportatori: solo una protesta pacifica. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Ucraina, almeno 30mila dispersi: l'altro dramma di due anni di guerra con la Russia

Francia: allarme bruchi per le alte temperature

Caccia, procedura d'infrazione contro l'Italia: le posizioni di cacciatori e animalisti