This content is not available in your region

Kiev: missile russo colpisce edificio residenziale, coprifuoco sino a lunedì

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
AP Photo
AP Photo   -   Diritti d'autore  Emilio Morenatti/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

La guerra in tutta la sua durezza: un missile russo colpisce un edificio residenziale in un sobborgo occidentale di Kiev.

L'impatto è devastante, tre piani dell'edificio sono stati gravemente danneggiati.

Secondo il sindaco della capitale ucraina, Vitali Klitschko, almeno 35 persone sono rimaste ferite, tra queste due bambini.

Non è chiaro se ci siano state vittime nell'edificio colpito dal missile, sta di fatto che i vigili del fuoco hanno portato fuori molte persone.

L'Ucraina conta circa 200 morti dall'inizio dell'invasione delle forze russe, che hanno recentemente lanciato missili contro circa ottocento obiettivi.

Intanto, entra in vigore il coprifuoco sino a lunedì mattina.

Inizialmente si pensava che le restrizioni per liberare il pubblico dalle strade sarebbero durate dalle 17 alle 8 di ogni giorno, prima che venisse annunciato il cambiamento di data.

Czarek Sokolowski/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved
AP PhotoCzarek Sokolowski/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved

È il terzo giorno dall'inizio della guerra: per le vie solo soldati e vigili del fuoco, in azione senza sosta, per spegnere le fiamme degli edifici e delle case colpite dai missili.

Migliaia di ucraini hanno già abbandonato le loro abitazioni, ma c’è chi ha deciso di non lasciare Kiev, pronto ad unirsi ai soldati per combattere contro i russi.

I rifugi improvvisati sparsi nella capitale si stanno riempiendo di famiglie con bambini e anziani: per molti, la metropolitana è diventata il posto dove cercare protezione.

Una folla di gente si è ammassata nei sotterranei dei palazzi: qui la gente, con un borsone e le poche cose che è riuscita a portare via dalle proprie abitazioni, vive giorno e notte in un clima di terrore e disperazione.

"I residenti di Kiev hanno passato una notte molto dura - dice l'inviata Sasha Vakulina - tutti nei rifugi dopo che gli è stato di munirsi di acqua, cibo e coperte, poiché le autorità non sanno quando le persone potranno uscire.

La situazione è troppo pericolosa, ora come ora, nella capitale ucraina: tutta la notte si sono udite delle esplosioni, di buon'ora poi un'altra esplosione molto forte.

Le autorità ucraine e quelle di Kiev stanno facendo del loro meglio per aggiornare regolarmente la popolazione, dicendo comunque di mantenere la calma e di stare molto attenti alle informazioni, in considerazione dell'enorme quantità di notizie false in circolazione.

Si sentono ancora adesso esplosioni qui nella capitale ucraina, i residenti debbono prepararsi per ciò che accadrà a seguire".