This content is not available in your region

Ucraina: il parlamento approva lo stato d'emergenza nazionale

Access to the comments Commenti
Di Gioia Salvatori
euronews_icons_loading
Ucraina: il parlamento approva lo stato d'emergenza nazionale
Diritti d'autore  AP/Ukrainian Presidential Press Office

La tensione tra Ucraina e Russia tocca il massimo da quando il presidente russo lunedì ha riconosciuto le repubbliche separatiste dell'est ucraino. Kiev e Mosca si accusano a vicenda di volere il peggio e ormai puntano le armi l'una contro l'altra mentre Biden avverte: nel giro di 48 ore la Russia invaderà l'Ucraina. A sera, il parlamento ucraino vota e ufficializza lo stato d'emergenza nazionale. 

"L'unico motivo per cui l'Ucraina rafforza le sue difese sono le azioni militari e politiche della Russia in corso e pianificate. Le azioni e le dichiarazioni della Russia sono oltraggiose, orribili e vanno ben oltre la minaccia all'Ucraina - ha detto Dmytro Kuleba, ministro degli Esteri ucraino - In effetti, nel suo discorso questo settimana, il presidente russo Vladimir Putin ha apertamente negato il diritto di esistere dell'Ucraina". 

Ci stiamo autodifendendo con il supporto dei nostri partner, ma sono gli ucraini che stanno morendo; ecco perché l'Ucraina ha bisogno di chiarimenti e precise garanzie
Volodymyr Zelensky
Presidente ucraino

Zelensky: "vogliamo aderire all'Ue e alla Nato"

Il Paese è in stato di allerta: chiamati i riservisti, armi ai civili, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky dopo un vertice con Lituania e Polonia soffia sul fuoco: "Vogliamo aderire all'Unione europea e alla Nato", un affronto per Putin. "Diciamolo chiaramente, l'Ucraina non fa parte di alcuna alleanza per la sicurezza. Non fa parte di nulla. Ci stiamo autodifendendo con il supporto dei nostri partner. Ma sono gli ucraini che stanno morendo. Ecco perché l'Ucraina ha bisogno di chiarimenti e precise garanzie di sicurezza fin da subito. Perché vogliamo essere sicuri di poter proteggere la nostra gente e le nostre case".

800 soldati americani da Vicenza in Lettonia

Si susseguono fatti preoccupanti: il parlamento ucraino ha approvato lo stato di emergenza nazionale, la Russia ha evacuato la sua ambasciata a Kiev, mentre l'Ucraina ha esortato i suoi cittadini a lasciare la Russia. 800 soldati americani si sono spostati da Vincenza in Lettonia.