This content is not available in your region

Myanmar: amnistia per oltre 800 prigionieri politici

Access to the comments Commenti
Di Cinzia Rizzi  Agenzie:  AP
euronews_icons_loading
Alcuni prigionieri lasciano il carcere di Insein a Yangon, Myanmar
Alcuni prigionieri lasciano il carcere di Insein a Yangon, Myanmar   -   Diritti d'autore  AP/AP

Oltre 800 prigionieri, di cui diversi stranieri, hanno ritrovato la libertà in Myanmar, dopo la decisione presa dalla giunta militare di concedere un'amnistia, in occasione del 75esimo anniversario del Giorno dell'Unione. I familiari hanno aspettato i loro cari questo sabato all'esterno dalla prigione di Insein, a Yangon. Le autorità hanno anche disposto l'archiviazione dei processi a carico di 46 esponenti di bande ribelli. 

È trascorso un anno dal giorno in cui la giunta militare ha preso il potere in Myanmar, con un colpo di Stato che ha portato all'arresto della leader Aung San Suu Kyi interrompendo il percorso di transizione democratica. Nelle settimane precedenti, gli oppositori al premio Nobel per la pace del 1991 avevano contestato i risultati elettorali, che avevano garantito alla Lega nazionale per la democrazia (Lnd) il pieno controllo del nuovo parlamento, riducendo ai minimi storici il peso politico dell’Unione per la solidarietà e lo sviluppo (Usdp), il partito dei vertici militari.

Sempre più sfollati

Nel frattempo, il numero di sfollati a causa del conflitto è raddoppiato dal colpo di stato militare dello scorso anno: sono più di 800.000 persone, ha fatto sapere l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (UNHCR). 

"La sicurezza si sta rapidamente deteriorando in tutto il Paese, mentre i combattimenti e i conflitti armati si intensificano senza alcun segno di diminuzione", spiega Matthew Saltmarsh, portavoce dell'UNHCR. "L'UNHCR prevede una tendenza all'accelerazione degli spostamenti nelle prossime settimane e mesi".

AP/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.
Un gruppo di artisti si esibisce su un carro, durante la cerimonia per il 75° anniversario del Giorno dell'Unione a NaypyitawAP/Copyright 2022 The Associated Press. All rights reserved.

Il Myanmar ha commemorato questo sabato il 75° anniversario del Giorno dell'Unione con una grande parata militare. Il 12 febbraio 1947 venne raggiunto l'accordo di Panglong, con il Generale Aung San e i rappresentanti delle nazionalità etniche Kachin, Chin e Shan che concordarono i pilastri per una futura unione federale.