EventsEventiPodcast
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

Trovati e rimossi ordigni 2/a Guerra Mondiale nel Fiorentino

Sono di artiglieria tedesca e Usa su linea fronte in Val di Pesa
Sono di artiglieria tedesca e Usa su linea fronte in Val di Pesa
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - SAN CASCIANO VAL DI PESA (FIRENZE), 11 FEB - Rimossi ordigni bellici di artiglieria stamani a San Casciano Val di Pesa (Firenze), in luoghi diversi del territorio, da parte degli artificieri del Genio dell'Esercito. Un intervento, programmato, c'è stato davanti ad alcune case all'uscita dell'abitato, in via Scopeti, dentro un cantiere per installazione di nuovi tubi dell'acquedotto pubblico. Il nucleo Cmd (Conventional Munition Disposal - Bonifica di munizionamento convenzionale) del Reggimento Genio Ferrovieri di Castel Maggiore (Bologna) ha recuperato una granata d'artiglieria tedesca da 15 centimetri He (High Explosive). L'ordigno è stato fatto brillare in cava. Tuttavia, sempre stamattina a San Casciano in Val di Pesa, nell'alveo del torrente Suganella, in aperta campagna e a una certa distanza dalle zone abitate, a seguito di una segnalazione di un cittadino durante una passeggiata, i genieri hanno recuperato sul greto la parte ogivale di una granata d'artiglieria di fabbricazione Usa, sempre della Seconda Guerra Mondiale. Anche questo ordigno è stato fatto brillare in una cava. L'escursionista aveva notato affiorare l'ogiva dal terreno e lo ha segnalato. Nell'estate del 1944 tali luoghi furono attraversati per giorni da un'intensa linea del fronte, con la ritirata dell'esercito tedesco verso Firenze e la Linea Gotica, incalzato dalle truppe alleate che in questa area, in Val di Pesa, avevano come avanguardia reparti neozelandesi. Notevoli furono i cannoneggiamenti con artiglieria da campagna durante lo spostamento della linea. Il torrente Suganella secondo i racconti di reduci neozelandesi fu teatro di scontri, anche molto drammatici e ravvicinati, con i soldati tedeschi che coprivano la ritirata a Firenze fino alla decisiva e sanguinosa battaglia di San Michele a Torri. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Islanda: le immagini della nuova eruzione vulcanica, migliaia le persone evacuate

Sudafrica al voto: elezioni legislative ad alto rischio per l'Anc, il partito di Mandela

"All eyes on Rafah", in milioni condividono l'immagine AI sui social dopo le stragi alle tendopoli