A Milano blitz contro la pirateria sulla pay tv, 20 indagati

I clienti pagavano 10 euro al mese
I clienti pagavano 10 euro al mese
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 26 GEN - Una serie di perquisizioni sono state effettuate in un'inchiesta della Procura di Milano, condotta dal Nucleo di polizia economico finanziaria della Gdf, contro la "pirateria audiovisiva tramite IPTV". Venti gli indagati per violazione della legge sul diritto d'autore e in Campania, in particolare, è stato individuato l'amministratore "di una struttura denominata Cybergroup" molto nota nel mondo della pirateria per la diffusione illegale dei palinsesti delle pay TV. Con il blitz, che è il seguito di un'altra operazione del 2020, è stato inibito l'accesso a piattaforme usate da oltre 500mila utenti. Pagavano circa 10 euro al mese per vedere Sky, Dazn, Netflix e altre pay tv i circa 500mila utenti del network illegale di 'pirateria' on line. Da quanto si è saputo, il personaggio centrale dell'indagine, l'amministratore "di una struttura denominata CyberGroup" molto nota "nel mondo della pirateria" per la diffusione illegale dei palinsesti delle pay tv, non solo avrebbe gestito il network, ribattezzato prima 'the net' (da qui il nome dell'operazione di oggi) e poi 'the moon', ma anche altre centrali di contenuti piratati, svolgendo, come è stato chiarito, un ruolo da "ras" nel settore illegale. I clienti, come era già emerso nel corso del primo blitz del settembre del 2020, rischiano sanzioni per aver usufruito dei contenuti delle pay tv in modo illecito. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La polizia carica gli studenti a Pisa e Firenze: 5mila in piazza contro la violenza degli agenti

Anniversario della guerra in Ucraina, von der Leyen vola a Kiev. Presente anche Meloni per il G7

Ungheria, fiducia ritrovata nella Svezia: incontro a Budapest tra Orbán e Kristersson