Green pass: sindaco Messina, pronto a sciopero della fame

Prosegue protesta davanti agli imbarcaderi dello Stretto
Prosegue protesta davanti agli imbarcaderi dello Stretto
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PALERMO, 17 GEN - Il Sindaco di Messina Cateno De Luca, che da ieri sera sta inscenando una protesta pacifica alla rada San Francesco dove si trovano gli imbarcaderi dei traghetti, per manifestare il proprio dissenso contro la norma che prevede l'obbligo del Green pass rafforzato per l'attraversamento dello Stretto, ha annunciato che se il Governo non modificherà la norma da domani attuerà anche lo sciopero della fame. "L'Italia - ha detto De Luca nel corso di una diretta Facebook - non può fermarsi a Reggio Calabria, da ieri mi trovo qui per protestare, già stanotte ho dormito in una tenda da campeggio, pazienterò ancora qualche giorno e se la sfida che lo Stato vuole fare alla Sicilia è questa, io la accolgo ma arrivati a questo punto, dall'occupazione pacifica si passerà ad un'altra reazione". "Nell'attesa di riscontri - ha aggiunto il sindaco di Messina - sono pronto a passare la seconda notte qui. Ringrazio tutti coloro che mi hanno portato coperte e cuscini, cibo e dolci, ma non disturbatevi più di tanto perché se non si cambia qualcosa, prima di portare alla fame i siciliani comincio io lo sciopero della fame". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Orban apre la campagna elettorale di Fidesz: "In Ucraina Bruxelles gioca col fuoco"

Iran-Israele, il conflitto è diretto: il pericolo di missili, raid e arsenali nucleari

New York, uomo si dà fuoco davanti al tribunale del processo a Donald Trump