Cadavere Trieste: Tac non risolve identità né causa morte

Scompenso cardiaco acuto, occorre attendere esami tossicologici
Scompenso cardiaco acuto, occorre attendere esami tossicologici
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - TRIESTE, 10 GEN - La Tac effettuata sul corpo della donna trovato nei giorni scorsi in un boschetto di Trieste nell'ambito delle indagini sulla scomparsa di Liliana Resinovic non ha risolto l'enigma dell'identità del cadavere, né soprattutto ha individuato le cause della morte. Lo ha reso noto il Procuratore capo di Trieste, Antonio De Nicolo in un comunicato precisando che l'esame è stato compiuto sabato scorso, come annunciato. Trova conferma, invece, il fatto che ci sia una "elevata probabilità" che si tratti della donna scomparsa ma, come per le cause del decesso, occorrerà attendere il risultato dell'autopsia, che verrà eseguita domani. La Procura ha anche fatto sapere che nell'ambito delle investigazioni, condotte dalla Squadra mobile di Trieste e coordinate dalla pm Maddalena Chergia, oggi la polizia scientifica esaminerà tutti gli oggetti che sono stati rinvenuti sul corpo della donna. Gli investigatori auspicano che da questo esame possano emergere elementi utili per la comprensione di quanto accaduto. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Russia, sei membri dell'Isis uccisi dall'antiterrorismo in Inguscezia

Portogallo: oltre 200mila elettori alle urne per il voto anticipato

Gaza: delegazioni al Cairo per il cessate il fuoco, accuse all'Idf per i civili morti nella Striscia