Uccide figlio: c'era codice rosso per maltrattamenti

Nel fermo pm contesta anche l'aver agito "per motivi abbietti"
Nel fermo pm contesta anche l'aver agito "per motivi abbietti"
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 02 GEN - Non c'era stata una denuncia diretta da parte della moglie, ma in base ad alcune segnalazioni da parte di altri era stato aperto un codice rosso per maltrattamenti in famiglia per Davide Paitoni, che la scorsa notte ha ucciso il figlio Daniele di 7 anni e ha poi tentato di uccidere la ex moglie. Lo si apprende dagli inquirenti. I presunti maltrattamenti segnalati sarebbero cominciati nel 2019. Su un biglietto lasciato sul cadavere del bimbo, chiuso nell'armadio, Paitoni ha scritto "Mi dispiace, perdonami papà". Nella breve missiva l'uomo ha confessato il suo gesto ed espresso "grande disprezzo" per la ex moglie. (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Guerra in Ucraina, Zelensky: "Lanceremo una nuova controffensiva"

Le notizie del giorno | 23 febbraio - Pomeridiane

Ucraina, almeno 30mila dispersi: l'altro dramma di due anni di guerra con la Russia