This content is not available in your region

Nel 1961 il premio Nobel per la Letteratura a Ivo Andrić

Access to the comments Commenti
Di Euronews Serbia
euronews_icons_loading
Nel 1961 il premio Nobel per la Letteratura a Ivo Andrić
Diritti d'autore  AFP/AFP

La Serbia celebra i 60 anni dall’assegnazione del premio Nobel per la Letteratura a Ivo Andrić: lo scrittore nato in Bosnia-Erzegovina ricevette il prestigioso riconoscimento nel 1961 “per la forza epica con la quale tracciò temi e descrisse destini umani tratti dalla storia del proprio Paese”.

In quegli anni, e fino alla sua morte nel 1975, Andrić visse in un appartamento di Belgrado con vista su un parco. "L'appartamento è ora un museo, il suo studio è rimasto lo stesso di allora", commenta l'inviata di Euronews a Belgrado, Nevena Petrovic.

Secondo lo scrittore Muharem Bazdulj, Andrić è il migliore autore del paese. "Ci sono scrittori i cui vocabolario e lessico li rendono antipatici al lettore medio, mentre tutti possono leggere Andrić. Con il suo linguaggio, sapeva raccontare storie. La decisione del comitato del Nobel ha ricordato proprio la forza epica con cui ha raccontato la storia del suo paese", commenta Bazdulj.

Il premio Nobel è stato importante per dare un riconoscimento globale alla cultura di nicchia da cui proveniva. "Se diamo un'occhiata alla sua biblioteca - aggiunge - scopriamo che leggeva libri scritti in sette o otto lingue straniere, che si sentiva a casa in tutta la cultura europea".

Quando ricevette il premio, Andrić era già uno scrittore ben noto: le sue opere erano già state tradotte in diverse lingue e paesi. "Ma il Nobel segnò la sua affermazione, il suo ingresso nel pantheon della letteratura mondiale moderna".

E mentre cambiano nel tempo le nostre abitudini di lettura, autori come lui sono proprio quelli su cui si torna. "Si trova uno spunto che indica la strada da percorrere oppure che ci conferma di essere sulla strada giusta, a volte preziosa", conclude Bazdulj.

Andrić decise di devolvere il premio in denaro nella sua totalità nell’acquisto di libri per la sua terra natale.