This content is not available in your region

L'Ungheria non cambierà le sue politiche sull'immigrazione

Access to the comments Commenti
Di Euronews
euronews_icons_loading
Il primo ministro ungherese Viktor Orbán
Il primo ministro ungherese Viktor Orbán   -   Diritti d'autore  from video

L'Ungheria non rispetterà la sentenza della Corte europea sui migranti. Resta il regime attuato finoraanche se non rispetta le direttive europee. Lo ha detto il primo ministro ungherese Viktor Orbán.

“A seguito della decisione della Corte costituzionale, il governo ha esaminato le varie opzioni e deciso che non farà nulla per cambiare il sistema di protezione delle frontiere. Significa che manterremo esattamente il regime attuato finora. Anche se la Corte Europea dovesse ordinarci di cambiarlo, noi non lo cambieremo e non faremo entrare nessuno", così il primo ministro.

Due settimane fa, la Corte costituzionale ungherese ha respinto il ricorso del governo, presentato dalla ministra della Giustizia Judit Varga, contro la sentenza della Corte suprema europea di condanna della politica di asilo di Budapest.

Lo scorso novembre la Corte di giustizia dell’Unione europea ha stabilito che la cosiddetta legislazione “Stop Soros” in vigore in Ungheria vìola le direttive europee sulle procedure e sull’accoglienza.

Nel 2020 una sentenza della Corte di giustizia europea aveva stabilito che l'Ungheria non avesse rispettato il diritto dell'Unione, effettuando respingimenti di migranti entrati nel paese senza autorizzazione.