This content is not available in your region

In che modo Hong Kong sta diventando una calamita per la scena artistica mondiale?

Di Chris Burns
euronews_icons_loading
In che modo Hong Kong sta diventando una calamita per la scena artistica mondiale?
Diritti d'autore  euronews

La scena culturale di Hong Kong sta crescendo a passi da gigante grazie al distretto culturale West Kowloon, una nuova area costruita da zero. Si estende su un'area di 40 ettari sulla riva del Victoria Harbour e comprenderà più di una decina di edifici. Tra quelli già completati ci sono lo Xiqu Center per l'opera e il centro Freespace per le performance contemporanee. L'edificio principale, il museo M+, aprirà questo mese. La sua direttrice, Suhanya Raffel, viene dall'Australia.

Un altro nuovo punto di riferimento culturale è l'Hong Kong Palace Museum, anch'esso costruito sul lungomare di Victoria Harbour. Ospiterà manufatti provenienti dal Palace Museum di Pechino.

"Il Palace Museum di Hong Kong sarà una pietra miliare dello sviluppo culturale di Hong Kong - dice il direttore del museo Louis Ng -. Saremo un punto di riferimento nella creazione di un nuovo modo di interpretare l'arte e la cultura cinese. Abbiamo selezionato e preso in prestito dal Palace Museum di Pechino dipinti, calligrafie, arte decorativa, tessuti, oggetti in bronzo e ceramica. Oltre all'esposizione di questi tesori d'arte, ci saranno delle presentazioni multimediali. Il design del museo è una nuova interpretazione dell'estetica cinese: si ispira all'arte e all'architettura tradizionale del paese".

Queste aggiunte alla scena artistica stanno giovando all'ecosistema culturale di Hong Kong, che include gallerie come Villepinart, che fondono la culture asiatica con quella europea. Arthur de Villepin è il co-proprietario di Villepinart assieme suo padre, un ex primo ministro francese.

"L'impatto di questi nuovi luoghi di cultura è enorme - dice de Villepin -. Ma io guardo anche oltre, al quadro più grande, guardo alla storia. Quando sono arrivato Hong Kong era un centro finanziario. Ora, grazie a queste istituzioni, Hong Kong è diventato un hub culturale, dove si vive l'arte, dove la comunità può crescere dialogando".