EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Siria, il dramma degli sfollati

Siria, il dramma degli sfollati
Siria, il dramma degli sfollati Diritti d'autore Una familia de desplazados sirios
Diritti d'autore Una familia de desplazados sirios
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Mohamed Al-Saad assieme alla famiglia vive in un campo in Siria. Racconta le difficoltà che aumentano con l'inverno, mentre gli aiuti umanitari sono sempre meno

PUBBLICITÀ

Le tende degli sfollati sono sotto gli ulivi. Ma la natura è matrigna, come racconta Mohamed Al-Saad, l'uomo che vive qui assieme ai suoi figli, e inchioda corde e rami a terra.

A nord ovest la Siria è colpita da siccità, temporali, venti forti: gli alloggi di fortuna si danneggiano alle prime piogge, rendono l'inverno durissimo per 2,8 milioni di senzatetto solo in questa zona, 1,7 milioni di adulti e bambini rimasti nei campi.

Dice Mohamed Al-Saad: "Vado avanti con lavori pagati due dollari al giorno, una scarsa ricompensa per prepararsi disperatamente ad affrontare i mesi più duri dell'anno, assistenza e solidarietà sono sempre meno". E Firas Mansour, responsabile della campagna Emergency Response Team, conferma le difficoltà: "In questa area non abbiamo programmi di distribuzione di legna per il riscaldamento seguiti dalle organizzazioni internazionali; mentre alcune associazioni locali lavorano alla consegna degli aiuti, ma con risorse limitate che non bastano a soddisfare tutte le esigenze".

È un disastro nei campi, il gelo non passa. Da undici anni, dalle prime rivolte pacifiche contro il regime. Poi i massacri e la nascita dell'Isis, e il bilancio drammatico.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Lo Stato islamico attacca una prigione in Siria per liberare i suoi miliziani

Siria, una bomba inesplosa cambia la vita della famiglia Rahal

Siria, raid all'ambasciata dell'Iran a Damasco: Khamenei, "Israele sarà punito"