Tesei, ricordare il sisma guardando alla rinascita

"Impegno per ricostruzione e rigenerazione delle comunità"
"Impegno per ricostruzione e rigenerazione delle comunità"
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PERUGIA, 30 OTT - "Oggi è un giorno dedicato al ricordo di quanto accaduto cinque anni fa, al dramma che ha invaso le vite di tanti cittadini. Ma al tempo stesso è anche momento per guardare al domani, alla rinascita di questi splendidi territori. Ed per questo che ci siamo adoperati sin dal nostro insediamento per accelerare la ricostruzione". È quanto ha affermato la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, presente nelle zone colpite dal sisma, tra cui Norcia e Cascia, nel giorno dell'anniversario della grande scossa del 2016. "Stiamo ottenendo buoni risultati - ha aggiunto Tesei - ma dobbiamo continuare, anche insieme al Commissario straordinario per la ricostruzione Giovanni Legnini, e agli amministratori locali, ad adoperarci affinché si riesca ad avere tanto la ricostruzione materiale quanto una rigenerazione delle comunità, ricreando socialità, facendo tornare i giovani nelle zone del cratere, contribuendo alla ripartenza dell'economia. In tal senso stiamo lavorando, con progetti concreti e interlocuzioni con il Governo, affinché si possano creare, accanto alla ricostruzione pubblica e privata, le condizioni per rendere sempre più attrattive le zone interne, fornendole, ad esempio, di maggiori servizi per comunità ed imprese e colmando - ha concluso la presidente - quel gap infrastrutturale che da sempre caratterizza i territori dell'Appennino" (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Gaza: Israele accetta la proposta per il cessate il fuoco, "ora spetta ad Hamas"

Mar Rosso: affonda la Rubymar attaccata dagli Houthi

Roma, il cancelliere tedesco Scholz a colloquio privato con Papa Francesco