EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Stato-mafia: pg Palermo, valuteremo se impugnare verdetto

'Inammissibile passo avanti dirlo senza avere letto motivazioni'
'Inammissibile passo avanti dirlo senza avere letto motivazioni'
Diritti d'autore 
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - PALERMO, 24 SET - "Dire ora, senza aver letto le motivazioni, se ricorreremo in Cassazione contro la sentenza di ieri, sarebbe un inammissibile passo in avanti". Lo dice Anna Maria Palma, procuratore generale facente funzioni di Palermo, a proposito dell'intenzione dell'accusa di impugnare la sentenza della corte d'assise d'appello che ieri, ribaltando il verdetto di primo grado, ha assolto gli ex ufficiali del Ros, Mori, Subranni e De Donno e l'ex senatore Dell'Utri al processo sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia. "La sentenza - spiega Palma, che regge l'ufficio in attesa della nomina del nuovo procuratore generale - potrebbe anche convincerci, perciò attendiamo di leggere le motivazioni prima di qualunque decisione". (ANSA).

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Cosa si sa finora della morte di Angelo Onorato, marito dell'eurodeputata Francesca Donato

Armenia, proteste contro il governo per i villaggi ceduti all'Azerbaigian

L'Europa che voglio: tecnologia e transizione digitale, cosa farei da europarlamentare