EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Le luci di Budapest, una petizione per salvarle

Alcune insegne vintage di Budapest
Alcune insegne vintage di Budapest Diritti d'autore Euronews
Diritti d'autore Euronews
Di Ádám Magyar da Budapest
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Le insegne luminose degli anni 70 rischiano di finire nella pattumiera. Erano il simbolo della capitale comunista, che doveva brillare come Parigi

PUBBLICITÀ

L'Ungheria comunista voleva che Budapest brillasse come Parigi, per questo negli anni 70 era piena di insegne luminose. La maggior parte è scomparsa o è andata distrutta nel corso degli anni, ma ora una petizione, che è già stata firmata da migliaia di persone. vuole salvare quelle rimaste. Molte sono in pessime condizioni.

"Sono preziose, ci sono molte storie dietro queste insegne - dice Luca Patkós, una delle promotrici della petizione - Come sono state fatte, qual era il messaggio, chi le ha fatte. Vale la pena salvarle e raccontare queste storie".

Le insegne a neon sono comparse a partire dal 1969 per illuminare le notti di Budapest. Nel servizio vedete le più famose. C'è anche la copia del Moulin Rouge di Parigi.

"Se non finiscono in una collezione privata o nella spazzatura siamo contenti - dice Tamás Racskó, un altro dei promotori - Potremmo aprire un museo, come quello di Varsavia o Vienna. Oppure se c'è un'insegna abbandonata qualcuno potrebbe volerla esporre da un'altra parte".

Euronews
La prima insegna rinnovataEuronews

Questa è la prima insegna rinnovata. Adesso ce ne sono poche, una volta erano migliaia in tutta la città.

(voce italiana di Eloisa Covelli)

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Budapest: inizia il congresso eucaristico internazionale

Budapest, direttore d'orchestra si vaccina durante un concerto

Direttore dell'Oms in visita a Budapest: "Prima i vaccini a chi non li ha, poi le terze dosi"