ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Il fallimento del G7 di Johnson, Biden conferma: "Via dall'Afghanistan il 31 agosto"

Access to the comments Commenti
Di Cristiano Tassinari  & Euronews - Agenzie internazionali
euronews_icons_loading
Boris Johnson, corrucciato.
Boris Johnson, corrucciato.   -   Diritti d'autore  Alastair Grant/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Niente da fare.
Joe Biden non molla.
Il G7 virtuale sull'Afghanistan, durato un paio di ore, finisce in un nulla di fatto.

Biden: "La deadline resta il 31 agosto"

Nonostante le pressioni del Regno Unito e dell'Unione europea, il presidente degli Stati Uniti conferma il ritiro degli americani entro il 31 agosto.

E senza la presenza americana, sarà impossibile per gli altri paesi mantenere un ponte aereo con Kabul per le evacuazioni.

Al ritmo di 10-12.000 persone al giorno, tra cittadini stranieri e afghani, l'evacuazione ha riguardato finora quasi 80.000 persone.

"Dopo vent'anni, un trilione di dollari spesi e 2.448 vittime americane, è ora di andarcene dall'Afghanistan.
Prima finiamo e meglio è".
Joe Biden
78 anni, Presidente degli Stati Uniti.
Sarah Meyssonnier/AP
Emmanuel Macron ha seguito così il G7 dall'Eliseo.Sarah Meyssonnier/AP

I Talebani negano l'aeroporto agli afghani e Johnson detta le condizioni

Nella giornata, dunque, un punto lo segnano soltanto i Talebani, con la loro dichiarazione: "L'accesso all'aeroporto di Kabul sarà consentito solo ai cittadini stranieri, non agli afghani".

Boris Johnson prova a rimediare al fallimento della trattativa con Biden, dettando condizioni agli "studenti coranici".
"La condizione numero uno che poniamo come G7 è che i Talebani devono garantire fino al 31 agosto e oltre un passaggio sicuro per coloro che vogliono uscire dal Paese.
Qualcuno di loro non accetterà questa condizione e spero che, invece, qualcun altro capisca il senso della nostra richiesta, perché il G7 ha una leva molto considerevole: economica, diplomatica e politica".

Alastair Grant/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Boris Johnson prova a sbollire la rabbia, passeggiando per Downing Street.Alastair Grant/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Unione europea: aiuti umanitari solo se verranno rispettati i diritti umani

L'Ue ha già dichiarato che quadruplicherà il suo aiuto umanitario per l'Afghanistan, attraverso le agenzie umanitarie, arrivando a 200 milioni per l'anno prossimo, per le prime necessità in Afghanistan e nei paesi vicini. Ma il futuro aiuto allo sviluppo del Paese sarà strettamente condizionato alla situazione dei diritti umani e, in particolar modo, dei diritti delle donne.

Markus Schreiber/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Angela Merkel: una maschera di tensione.Markus Schreiber/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Ribadisce Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea:
"L'Ue ha un miliardo di euro da parte per i prossimi sette anni per l'assistenza allo sviluppo dell'Afghanistan. Questo aiuto è ora congelato fino a quando non avremo solide garanzie e azioni concrete che dimostrino che i diritti degli afghani saranno rispettati".

Francisco Seco/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved
Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europeaFrancisco Seco/Copyright 2021 The Associated Press. All rights reserved

Draghi: "Mantenere un canale di contatto"

Tra i leader che hanno partecipato al G7, anche il presidente del Consiglio italiano Mario Draghi ha ribadito la necessità di "mantenere un canale di contatto anche dopo il 31 agosto e la possibilità di transitare dall'Afghanistan in modo sicuro".
Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, ha annunciato che, a oggi, sono stati evacuati tutti gli italiani e 3.741 afghani.

Talebani-CIA: incontro segreto?

Smentito, infine, un presunto incontro segreto del leader dei Talebani, il Mullah Abdul Ghani Baradar, con il Direttore della CIA William Burns.